Anche il silenzio é comunicazione

0
0

Anche il silenzio é comunicazione

A dieci mesi dal suo lancio, fra poche settimane si concluderà  la discussione sul tema “La Regione Valposchiavo guarda al futuro”

L’apertura della piattaforma di comunicazione Il Bernina, il ‘giornale online’ della Val Poschiavo, al pubblico della rete ha coinciso con l’inaugurazione di quattro forum di discussione, modalità  di comunicazione asincrona offerta ai suoi lettori, al di qua e al di là  della nostra montagna per antonomasia.

L’obiettivo dichiarato dei promotori del Bernina era, ed è, fra molti altri, quello di favorire la comunicazione, la discussione, il sano dibattito all’interno della comunità valposchiavina e dei suoi amici, nel modo immediato e informale che ci offre internet.

Si è perciò optato per una linea sobria e trasparente chiedendo di assumere il ruolo di moderatori a degli addetti ai lavori direttamente coinvolti nelle tematiche proposte.

Dei quattro forum lanciati a fine inverno 2003, quello dedicato al futuro della nostra regione è risultato il più ‘fiacco’, per quanto riguarda i contributi scritti, ma discretamente frequentato da parte di chi aveva ed ha solamente l’intenzione di leggere e meditare su quanto scrivono altri.

Se azzardiamo un paragone fra le quattro proposte di discussione, possiamo tranquillamente e facilmente osservare che i due temi più ‘tosti’, più difficili da affrontare, si sono rivelati quello appunto legato alla RVP quo vadis e al ruolo attivo e propositivo che i PiB (Pus’ciavin in Bulgia; Poschiavini fuori valle) potrebbero avere nello sviluppo della loro valle d’origine.

La discussione legata alla costruzione dei nuovi impianti sportivi nel comune di Poschiavo ha invece vissuto momenti di splendore durante la primavera e l’estate, per poi scemare e afflosciarsi vieppiù come sembra fare l’iter per la costruzione dei medesimi.

Analogo successo è stato riscontrato, e lo sta tuttora palesando, la discussione sul tema Giovani e Valposchiavini, ben frequentata sia in sede di lettura che di contributi scritti (vedi specchietto a piè di pagina). Si sa, i giovani sono più avvezzi all’uso delle tecnologie moderne della comunicazione, ma sappiamo anche che essi si sentono più liberi nel manifestare in pubblico il proprio pensiero, le loro idee.

A più riprese la redazione del Bernina ha discusso circa l’opportunità di chiudere, oscurare, un forum che non si sviluppasse in modo conveniente; in altrettante occasioni la redazione ritenne che “anche il silenzio è comunicazione”. Nella fattispecie siamo dell’opinione che il forum incentrato sul futuro prossimo della regione abbia avuto comunque un successo, abbia causato quell’imbarazzo che solo le situazioni di difficile soluzione sanno trasmettere. Ebbene sì: parlare, anzi scrivere, serenamente della nostra organizzazione regionale non è operazione facile. Il modo di dire latino ricorda da sempre: Verba volant, scripta manent (le parole si disperdono e si dimenticano, ma le cose scritte rimangono per sempre).

In occasione del Laboratorio del 4 settembre scorso, la regione si è data degli obiettivi importanti; alcuni scadranno a fine anno corrente e i tempi stringono. Siamo fiduciosi che qualcosa di finalmente concreto possa accadere.

Rimaniamo ancora dell’idea che il disagio trasmesso dal numero sparuto di contributi da parte di convalligiani sia di monito ad una regione che deve ancora evolversi e progredire: il dialogo a tutti i livelli, di carattere soprattutto costruttivo e sereno, rappresenta senza ombra di dubbio una delle basi fondamentali. Prova ne è stato l’evento ben frequentato d’inizio settembre.

Il https://www.ilbernina.ch/discussioni.php3?id_article=35 che ha l’ambizioso obiettivo di far discutere i propri concittadini sul futuro della Regione Val Poschiavo rimane perciò aperto fino alla fine dell’anno. Il suo silenzio (ultimo contributo ad inizio settembre) continuerà a comunicare, ma saremo oltremodo contenti se qualcuno romperà di nuovo il ghiaccio con un apporto pigiato sulla tastiera di un computer, che sarà seguito da altri.

Poi la notte di San Silvestro se lo porterà via perché… l’alba di Capodanno, come recitava il testo di una canzoncina che si cantava dal maestro Riccardo, sarà foriera di un sole novello.

| Forum | Visite | Contributi scritti |
| Regione Val Poschiavo | 1878 | 15 |
| Giovani & Valposchiavini| 3559 | 105 |
| PIB: Quali sinergie?| 1353| 15 |
| Impianti sportivi| 3668 | 46 |

Redatto da Danilo Nussio – nussio@ecomunicare.ch