Il teatro é una droga!

0
0

Il teatro é una droga!

E ci credono, gli attori della Filodrammatica di Brusio, incontrati una sera delle tante, una prova delle tante; drogati sì, impregnati di impressioni, di sensazioni, di sentimenti contrastanti.

Calati nel personaggio, seguono in silenzio le indicazioni della regista: lavorano a scena aperta, ridono ogni tanto per sdrammatizzare, rompere qualche tensione e la pressione del tempo che passa.

Si preparano a presentare Buzzati sul palcoscenico di Campocologno.

Buzzati assurdo, sarcastico, ironico, che fa della solitudine e della morte teatro, delle passioni e delle debolezze umane satira e gioco.

La piccola passeggiata

…Quella della Morte, che visita una piccola insignificante figura umana, assurdamente felice della sua compagnia.

Una dipendenza reciproca, un cammino verso il regno dei morti che affascina l’una e indispettisce l’altra, un viaggio senza fine, senza né vincitori né vinti.

I suggeritori

„I mostri che abbiamo dentro” di Gaber è il prologo ideale a questa sarcastica satira, che ci porta sul palco un Buzzati diverso ma sempre grottesco, assurdo come le situazioni più normali, come l’ingenuità di fronte alle menzogne.

Sono i suggeritori,”il bene e il male”, l’uno gentile, troppo gentile con un amante tradito e ottuso, l’altro denigratorio ma schietto, i protagonisti che si fanno beffe dell’umana creatura rivelandone debolezze e astuzie.

Arrivederci a Campocologno in compagnia di Buzzati e della Filo!

Redatto da Monica Paganini – monica@dedalo.ch