Cronaca di una morte annunciata

0
0

Cronaca di una morte annunciata

Si sta studiando una collaborazione con la sezione di Poschiavo

La decisione è ufficiale. Nel campo della politica regionale, l’inizio del 2005 coincide anche con lo scioglimento della sezione brusiese del partito Democratico Cristiano (vedi anche: https://www.ilbernina.ch/article.php3?id_article=972.

Oramai da molto tempo il partito era agonizzante: vuoi per diatribe interne, vuoi per crisi ideologica, vuoi anche per mancanza di rincalzi disposti a risalire la china. Ora è stata presa la decisione amara, ma ragionevole, di porre termine all’attività.

In collaborazione con la sezione di Poschiavo, si sta valutando la creazione di una sezione unica: il PDC Valposchiavo. Il comitato della sezione di Poschiavo si è già espresso favorevolmente in relazione a questa eventualità.

La crisi del PDC a livello nazionale e il tentativo in atto di riposizionamento ideologico ha sicuramente messo a disagio numerosi suoi membri, con conseguenze anche in un contesto piccolo come può essere quello di Brusio.
Non vanno dimenticate le ormai decennali dispute interne che, certamente, non hanno favorito un rilancio, come la situazione venutasi a creare avrebbe richiesto.
Occorre chiedersi se sia un ulteriore segnale che i partiti a livello regionale abbiano fatto il loro tempo, che occorra orientarsi sulle persone di qualità a prescindere dall’orientamento politico.

Sarà molto interessante assistere alle prossime elezioni comunali di Brusio. Quali saranno gli schieramenti che scenderanno in campo? Quali gli esponenti? Avremo candidature individuali contro, si fa per dire, la coalizione liberal-socialista-indipendente, che ora si trova senza un avversario ben individuabile?
Lo vedremo fra pochi mesi.

….. e l’UDC, dopo aver valicato il San Gottardo, si presenta pian piano anche ai piedi del Bernina (nel senso di Passo, di montagna)? Quindi anche in Valposchiavo? Numerosi sono infatti le voci che pronosticano, prospettano, la creazione di una sezione valposchiavina del partito che in Svizzera va per la maggiore. Rimane da chiedersi se chi auspica tale nascita si stia ispirando all’UDC blocheriana di Zurigo oppure a quella grigione, che si ispira da sempre al vecchio saggio Partito Democratico Grigione, di cui Brigitta Gadient e Hansjörg Hassler sono esponenti di spicco. Il successo di un eventuale UDC valposchiavina è facilmente pronosticabile, perché forse rappresenterebbe il rifugio per i delusi dei partiti a cui finora si sono ispirati.

Attendiamo.

Redatto da Danilo Nussio – nussio@ecomunicare.ch