I 10 giorni della musica giovanile

0
0

I 10 giorni della musica giovanile

Dal 27 maggio al 5 giugno 2005

La Pro Grigioni Italiano organizza l’avvenimento in stretta collaborazione con i 5 gruppi/circoli giovanili della Val Poschiavo: Ciricolo giovanile San Carlo, Circolo giovanile di Prada, Gruppo Giovani Brusio, Gruppo Amici Miei Poschiavo, Gruppo Amici Le Prese.

In piena sintonia con il proprio tema annuale 2005, Percorsi, incontri, scambi, la Pro Grigioni Italiano (sede centrale e sezione Val Poschiavo), in collaborazione con i gruppi e circoli giovanili della Val Poschiavo, propone un importante progetto interamente dedicato ai giovani. Un vasto programma di appuntamenti musicali per promuovere l’operato artistico dei giovani e dar loro l’opportunità di incontrarsi, scambiarsi idee ed opinioni e intraprendere, assieme, percorsi che rappresenteranno il futuro della nostra società.
L’imbastire la propria attività culturale su un tema annuale e il concentrare in un tempo limitato un programma monotematico, come attesta l’ottima esperienza fatta due anni fa con il progetto I 10 giorni dell’acqua in Val Poschiavo, permettono di approfondire un tema nelle sue svariate sfaccettature e con approcci diversi.

Il progetto, dal titolo I 10 giorni della musica giovanile in Val Poschiavo, è scaturito da un appello sempre più vivo rivolto alla Pro Grigioni Italiano di coinvolgere maggiormente i giovani nelle sue attività e nei suoi programmi. Esso prevede un susseguirsi di cinque serate musicali, articolate su un periodo di dieci giorni, nelle quali i giovani saranno i diretti protagonisti, rispettivamente i diretti interessati. Il fatto di aver riscontrato sin dall’inizio la piena disponibilità di tutti i gruppi giovanili della Val Poschiavo – Circolo di San Carlo, Gruppo Amici Miei (Poschiavo), Circolo di Prada, Gruppo Amici Le Prese e Gruppo giovani Brusio – ad aderire all’iniziativa, non solo ha fatto molto piacere alla Pro Grigioni Italiano, ma rappresenta ottimi presupposti per la buona riuscita della manifestazione. Il loro coinvolgimento attivo nel progetto testimonia anche quanto sia importante e costruttivo unire le forze, a livello di risorse umane, di apporto di idee e di disponibilità finanziarie. La stretta collaborazione fra i gruppi giovanili potrebbe inoltre sfociare in un discorso ancora più ampio. La Pro Grigioni Italiano coglie l’occasione per ringraziare vivamente fin d’ora i cinque gruppi/circoli giovanili della Valposchiavo per la loro disponibilità, il loro interesse e il loro prezioso aiuto.
L’auspicio di questa iniziativa, basato sulla speranza di poter salutare, in occasione dei vari appuntamenti proposti, pure i giovani delle Valli Bregaglia, Mesolcina e Calanca, è infatti quello che essi possano anche riflettere sull’importanza di essere uniti in un’identità grigionitaliana, svizzeroitaliana ed italofona.

Il programma, in parte ancora provvisorio, dedica il primo appuntamento alle Scuole musicali del Grigioni italiano, che si esibiranno in un concerto venerdì 27 maggio 2005, giornata d’apertura. Seguirà, sabato 28 maggio, un concorso di karaoke, che speriamo susciti un forte interesse fra i giovani di tutte le Valli del Grigioni italiano. Dopo una o due serate di preselezione, i finalisti avranno la possibilità di confrontarsi in un “mini-festival” grigionitaliano, che terminerà, grazie al giudizio di una giuria mista (esperti + pubblico), con l’assegnazione di un premio alla voce o alle voci più belle.
La manifestazione continuerà poi, mercoledì 1° giugno, con un concerto di musica classica presso la Casa Console. Protagoniste della serata saranno una giovane cantante e una giovane pianista della Val Poschiavo.
Prima di passare alla chiusura della manifestazione, domenica 5 giugno, con una serata dedicata ai cori giovanili, andrà in scena, sabato 4 giugno, un concerto di musica rock e jazz con diverse formazioni musicali.

Quali promotori dell’evento, siamo molto fiduciosi di poter coinvolgere in un solo progetto gruppi musicali e canori delle quattro Valli del Grigioni italiano, del Ticino e del Norditalia, conferendo all’evento un vero e proprio carattere sovraregionale e transfrontaliero.

Essendo inoltre un progetto che riunisce, sull’arco di soli dieci giorni, un numero considerevole di giovani nei magnifici mondi della musica e del canto, pensiamo che l’iniziativa possa avere anche un forte impatto fra i media della Svizzera italiana e della vicina Lombardia, offrendo così ai giovani emergenti e ai gruppi/circoli giovanili un’ottima piattaforma per presentarsi al grande pubblico.

Fiduciosi che questo evento si trasformi davvero in una grande festa, soprattutto ma non solo, per e fra i giovani, gli organizzatori lanciano già sin d’ora l’invito a tutta la popolazione a partecipare a questi appuntamenti, che non mancheranno sicuramente di esaltare lo spirito innovativo e creativo della nostra gioventù.

Redatto da Raffaella Adobati Bondolfi, operatrice culturale – raffaella.adobati@pgi.ch