VPC II – Celerina 3 – 2 (3 – 2)

0
0

VPC II – Celerina 3 – 2 (3 – 2)

Formazione VPC II

Borromini, Crameri, Plozza, Lanfranchi, Rossi (46° Bottoni), Tamburini, Nogheredo, Sala G., Isepponi S., Cristiano (87° Nussio P.), Sala C. (78° Paganini L.)

Turno infrasettimanale per la seconda squadra arricchita da alcuni elementi della prima. Dopo due pareggi la formazione allenata da Tamburini scende in campo decisa e motivata nel portare a casa i tre punti. Cristiano Sala unica punta, supportata da un folto centrocampo in copertura.

Già dalle prime battute la VPC sembra dominare il gioco con un Nogheredo in buona serata. Dopo vari tentativi, la squadra casalinga si porta in vantaggio, grazie ad un’autorete del difensore avversario su cross di Nogheredo. La VPC merita il vantaggio e continua a macinare gioco. Gli avversari si vedono soltanto in alcune sfuriate del duo d’attacco, abilmente fermate dal bravo Borromini. Soltanto un calcio di rigore, concesso per fallo di mano di Plozza, regala la possibilità di pareggiare al Celerina, che ringrazia e insacca senza problemi. La squadra casalinga non si demoralizza e riprende a proporre schemi offensivi, che portano al meritato vantaggio grazie ad una bordata di Crameri deviata ancora infelicemente dal difensore avversario. Passano ancora pochi minuti e finalmente la rete nasce su azione e senza aiuti altrui.

Merito a Cristiano Sala, che trovatosi il pallone nei sedici metri, non perdona il portiere avversario, concludendo di sinistro alla destra del portiere.
A questo punto, col doppio vantaggio, la VPC abbassa il ritmo e si concentra a contenere gli avversari. A pochi minuti dallo scadere, il Celerina dispone di una punizione poco fuori l’area casalinga. Parte il tiro che, deviato dalla barriera, finisce tra i piedi dell’avversario, che abilmente scavalca Borromini in uscita con un pallonetto.

Finisce il primo tempo con la consapevolezza che il secondo goal lascia molte speranze agli avversari.

Prima sostituzione, ancora forzata per il mister. Questa volta è Rossi a dover abbandonare il campo per infortunio. Con l’innesto del giovane Bottoni, mister Tamburini è costretto a modificare le posizioni in campo. Il secondo tempo vede la VPC preoccupata a difendere e mantenere il minimo scarto. Le emozioni non mancano, diverse incursioni sulla fascia sinistra presidiata da Bottoni. Verso i minuti finali c’è gloria pure per il ”baby” bomber Paganini, alias Lecce, che debutta in quarta divisione sfiorando subito il goal.
Scampoli di partita anche per Nussio, ma la partita finisce senza altre emozioni.

Risultato un po’ bugiardo per i valori visti in campo, ma alla fine basta il minimo scarto per muovere la classifica. VPC ancora con problemi a chiudere la partita, creando preoccupazioni evitabili. Prossimo impegno, domenica contro la neopromossa Surses.

Redatto da Danilo Lanfranchi – micio00@hotmail.com