Nessuno ci impone la RVP perchè la vogliamo!

0
1

Nessuno ci impone la RVP perchè la vogliamo!

C’é forse chi pensa che noi Valposchiavini ci uniamo in una Corporazione regionale soltanto perchè la Costituzione cantonale lo esige e, in conseguenza, la Confederazione e il Cantone sussidieranno solo i progetti inoltrati dalla nostra istituzione regionale. Questa ragione é reale ed efficace a tal punto da far sorgere lo spettro di un’unione coatta. Ma c’é un’altra ragione altrettanto importante. Abbiamo valutato la nostra situazione socio-economica e le prospettive di sviluppo. Ineluttabilmente siamo giunti alla conclusione che unirci in una RVP, concepire i nostri progetti ed agire regionalmente può assicurare vantaggi qualitativi incontestabili al nostro sviluppo.

Accennare nello statuto (vedi il Grigione italiano n. 48 del 30 novembre, p. 13) a queste principali ragioni a favore della RVP è di grande importanza per un atto come la creazione di una Corporazione. È essenziale inoltre statuire fin dall’inizio, come in tutti i contratti, chi ha deciso di costituire la nuova unità organizzativa, conferendole così la necessaria legittimazione.

Modificato in conseguenza, l’articolo 1 dello Statuto direbbe:

  • Articolo 1 Costituzione

    Il Comune di Brusio e il Comune di Poschiavo, ai sensi della Costituzione cantonale (artt. 69 e 72) e della Legge cantonale sui comuni (artt. 50 a 59), creano la Corporazione Regione Valposchiavo (RVP) al fine di promuovere lo sviluppo economico, territoriale, sociale e culturale della regione a beneficio della popolazione. La RVP è un ente di diritto pubblico cantonale con personalità giuridica propria e di durata illimitata. In un primo tempo la sua sede rimane stabilita a Brusio.
    *

L’articolo 2 dovrebbe inoltre esporre brevemente le motivazioni della popolazione per darsi questo nuovo strumento di promozione dello sviluppo. Facendolo ci eviteremo – per la stima di noi stessi – l’ingiusto sospetto che intendiamo lavorare insieme ad un altro livello solamente per poter attingere più facilmente alla manna federale e cantonale. L’articolo 2 modificato direbbe:

  • **Articolo 2 Scopo e Compiti

Articolo 2.1. Scopo

La popolazione dei due Comuni crea la RVP al fine di affrontare efficacemente le future sfide dello sviluppo valligiano. Questa determinatezza rispecchia le preoccupazioni maggiori seguenti:

  • I problemi d’importanza regionale sono in aumento e devono trovare soluzioni adeguate a livello regionale.
  • Ogni Comune, dovendo assumere compiti simili a quelli dell’altro, un approccio sinergico permetterà di adempierli meglio pur ottimizzando le varie risorse.
  • La collaborazione con le istanze cantonali e federali sarà rinforzata grazie al fatto che gli interessi valligiani saranno difesi da rappresentanti regionali.
  • Le importanti relazioni con le regioni limitrofe a nord e a sud della Valposchiavo esige che i suoi rappresentanti possano interagire a nome della Regione.
  • Promuovere una visione regionale dello sviluppo favorisce la comprensione fra gli abitanti di tutta la Valle, incentiva la coesione popolare, rinforza la difesa degli interessi regionali nell’opinione nazionale, contribuisce a superare la marginalizzazione.

Articolo 2.2. Compiti

La RVP adempie in maniera opportuna ed economica a tutti i compiti che le vengono assegnati dal diritto federale e cantonale o dai Comuni.

  • Compiti ordinari: (a) sviluppo economico regionale; (b) elaborazione e attuazione di un concetto di sviluppo regionale; (c) piano direttore regionale; (d) problematiche relative al traffico sia pubblico che privato; (e) gestione della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti; (f) informazione e rappresentanza della popolazione valligiana in questioni d’interesse regionale.
  • Compiti su richiesta: Su esplicito incarico di ambedue i Comuni può assumere ulteriori compiti di importanza regionale. Può pure collaborare con enti ed istituti di diritto pubblico, privato e con singole persone.*

Redatto da Dino Beti di Panìsc – dino.beti@bluewin.ch