La Deputazione tratta le lettere dei comuni grigionitaliani

0
0

La Deputazione tratta le lettere dei comuni grigionitaliani

Lunedì 11 febbraio seduta della Deputazione del Grigioni Italiano.

La Deputazione del Grigioni Italiano si incontrerà  a Coira lunedì 11 febbraio 2008 alle ore 13.00 presso la sala riunioni del Gran Consiglio.

Numerosi i punti all’ordine del giorno, fra i quali spicca la presa in esame delle lettere – con richieste e segnalazioni – inoltrate da 14 comuni grigionitaliani.

L’insufficiente comunicazione in lingua italiana da parte dei funzionari cantonali fa ancora arrabbiare parecchio ed é fra i temi più ricorrenti. Di seguito ne riportiamo un riassunto.

Ordine del giorno di lunedì 11 febbraio 2008

1. Saluto del Presidente

2. Approvazione del verbale della riunione del 3 dicembre 2007

3. Lettere dei comuni del Grigioni Italiano:

– Interventi riguardanti la sessione di febbraio 2008

– Interventi possibili nella sessione di aprile 2008

4. Attività della Deputazione rispetto all’iniziativa popolare ”80 parlamentari bastano”

5. Discussione di altri temi all’ordine del giorno del Gran Consiglio che interessano in modo particolare il Grigioni Italiano

6. Interventi e atti parlamentari dei membri della Deputazione

7. Comunicati stampa

8. Eventuali

Sunto delle lettere alla
Deputazione del Grigioni Italiano

1. Comune di San Vittore, lettera del 10.01.2007

Non segnala particolari temi, ma chiede alla Deputazione una maggior difesa degli interessi regionali, di circolo e comunali, e un’adeguata ridistribuzione dei contributi cantonali nelle Valli.

2. Comune di Santa Maria, lettera del 15.01.2007

  • richiede interventi per evitare che i funzionari cantonali comunichino in tedesco con le aree di lingua italiana;
  • ritiene che la A13, in particolare dopo i lavori di risanamento della galleria del San Bernardino, sia da classificare non fra le autostrade, ma fra le strade a scorrimento veloce. Pertanto, in caso di deviazione del traffico dalla A2, il traffico non dovrebbe essere deviato sulla A13;
  • chiede l’organizzazione di una seduta parlamentare extra muros nel Moesano.

    3. Comune di Cama, lettera del 16.01.2007

Il Comune ricorda di aver sollevato, con il Dipartimento delle finanze, la problematica relativa alla vendita dei Palazzi Bogian a Roveredo da parte della Cassa cantonale pensioni. La risposta ricevuta dal Dipartimento delle finanze non è ritenuta soddisfacente dal Comune. Sembra che l’acquirente abbia già a sua volta rivenduto gli immobili
conseguendo un importante utile. Il comune chiede pertanto che su tutta l’operazione sia fatta chiarezza.

4. Comune di Brusio, lettera del 17.01.2007

  • il Comune segnala che con l’aumento del traffico pesante da 28 a 40 t i danni alle strade all’interno degli abitati sono aumentati in modo considerevole. Chiede pertanto l’intervento per l’esonero dei Comuni alla partecipazione finanziaria e ai costi di manutenzione per il rinnovo delle strade cantonali all’interno degli abitati;

  • con la nuova legge fiscale sono previsti degli sgravi. Il Comune chiede che, dopo gli sgravi previsti, anche gli oneri che il Cantone riversa sul Comune siano ridotti;

  • il Comune segnala la propria insoddisfazione per il metodo di elargimento di crediti nel contesto della nuova politica regionale (ex crediti LIM), in quanto le infrastrutture di base non vengono più finanziate (crediti solo per nuovi progetti);

  • il Comune chiede inoltre di intervenire presso il Cantone affinché la provvigione riconosciuta ai Comuni per l’incasso delle imposte alla fonte sia aumentata dal 2 al 5% e vada così a coprire i costi effettivi;

  • nell’ambito della formazione professionale (in particolare degli apprendisti) il Comune chiede informazioni dettagliate sulle possibilità di far capo ad una formazione nel Cantone Ticino. Chiede un intervento con il Dipartimento e l’organizzazione di un’informazione agli interessati su tutte le possibilità che vi sono in Ticino (a fianco
    di quelle dell’Engadina e di Coira);

  • il Comune chiede di intervenire affinché la tendenza a centralizzare posti di lavoro sia interrotta e chiede – in particolare per le traduzioni – di creare dei posti di lavoro nelle valli periferiche;

  • per i prezzi del carburante chiede di valutare le possibilità di un intervento affinché il costo del carburante nelle valli sia perlomeno identico a quello a Coira;

  • per il collaudo dei veicoli, per il controllo periodico obbligatorio è possibile far capo
    ad un centro in Val Poschiavo per il quale però viene fatturata una sovrattassa di CHF 30.-. Si tratta di una disparità di trattamento che va eliminata;

  • i cittadini di Brusio che si recano solo alcune volte all’anno a Coira devono pagare la vignetta autostradale completa. Il Comune auspica un intervento affinché sia introdotta una vignetta autostradale valida solo per uno o alcuni giorni.

    5. Comune di Mesocco, lettera del 17.01.2007

  • il Comune ha segnalato che – nell’ambito del cambiamento del sistema di gestione delle strade nazionali – vede dei rischi per i posti di lavoro nelle regioni periferiche. Chiede pertanto degli interventi da parte della Deputazione;

  • per il traffico pesante sull’asse del San Bernardino il Comune segnala tutte le problematiche che Mesocco, rispettivamente San Bernardino come Comune turistico, patisce;

  • richiede un intervento per la realizzazione di ripari fonici a Mesocco;

  • il Comune segnala nuovamente la problematica dei poligoni di tiro regionali ed invita in particolare i Deputati del Moesano ad attivarsi per una soluzione regionale.

    6. Comune di Arvigo, lettera del 18.01.2007

Il Comune non segnala temi particolari. Auspica, per i Deputati del Moesano, che si continui con le riunioni Regione-Sindaci-Gran Consiglieri, nel contesto delle quali si discutono le problematiche pendenti.

7. Comune di Castasegna, lettera del 18.01.2007

  • il Comune segnala l’utilizzo da parte dell’Amministrazione cantonale della lingua tedesca anche nelle regioni di lingua italiana, in particolare per quanto riguarda i capitolati d’offerta dell’Ufficio tecnico cantonale;

  • segnala anche il tema, prioritario per i Comuni, delle vie di comunicazione delle periferie con il centro.

    8. Comune di Grono, lettera del 18.01.2007

  • il Comune chiede degli interventi per la limitazione della velocità all’interno degli abitati. Il Comune aveva già sottoposto alle Autorità cantonali una proposta per dei semafori stradali per limitare la velocità. La richiesta è pendente dal 2004 senza risposta;

  • progetto A13, circonvallazione di Roveredo: il Comune chiede che le rivendicazioni del Comune di Grono, nel contesto dell’abbassamento della carreggiata sul suo territorio, siano tenute in considerazioni dal Dipartimento delle costruzioni del Cantone dei Grigioni;

  • il Comune segnala infine la sua opposizione al progetto di collegamento ferroviario Mesolcina – Val Chiavenna.

    9. Comune di Roveredo, lettera del 22.01.2007

Il Comune non ha al momento dei temi da segnalare. Si rallegra comunque per l’iniziativa della Deputazione.

10. Comune di Soglio, lettera del 26.01.2007

Il Comune segnala quale tema prioritario quello dei rapporti tra i centri e le periferie, nel contesto dei quali vanno in particolare discussi:

  • la decentralizzazione dell’Amministrazione cantonale e federale;

  • un impegno a creare delle vie di collegamento e di transito più sicure (in particolare tratta Maloja – Sils in Engadina).

    11. Comune di Poschiavo, lettera del 31.01.2007

  • il Comune segnala quale tema quello dell’Amministrazione cantonale, chiedendo uno snellimento delle procedure, una coordinazione dei sopralluoghi con i vari enti cantonali e dei concreti passi affinché i Grigioni Italiani siano presenti in buon numero nell’Amministrazione cantonale;

  • segnala inoltre la problematica dei maggesi chiedendo una liberalizzazione dei risanamenti dei fabbricati, che devono però essere combinati con un obbligo di coltivazione dei terreni;

  • chiede, come il Comune di Brusio, che le spese di risanamento delle strade cantonali all’interno degli abitati ove non v’è una circonvallazione siano integralmente assunte dal Cantone;

  • infine segnala la problematica della sicurezza sul passo del Bernina in particolare durante il periodo invernale.

    12. Comuni della Bregaglia (Bondo, Castasegna, Soglio, Stampa e Vicosoprano), lettera del 05.02.2007

Questi Comuni segnalano il problema più acuto per la Bregaglia, ovvero quello della viabilità della strada del Maloja ed in particolare della tratta Maloja-Sils in Engadina. Chiedono pertanto un intervento della Deputazione affinché i lavori inseriti quale progettazione del programma stradale 2006-2007 siano anche inseriti in un preciso piano di realizzazione da parte del Cantone.

Redatto da Livio Mengotti – livio.mengotti@picas.ch