Una Giunta silenziosa? Niente affatto!

0
2

Una Giunta silenziosa? Niente affatto!

Mainrado Lanfranchi

Un nuovo regolamento per l’impresa elettrica

È Mainrado Lanfranchi, responsabile del dipartimento sicurezza, industria, artigianato e commercio, energia, a dare inizio al balletto degli interventi dei consiglieri comunali.

La liberalizzazione del mercato dell’energia obbliga l’impresa elettrica comunale a rinnovarsi. Il primo passo verrà affrontato con la modifica del regolamento. «Il Consiglio comunale se ne sta occupando da mesi», così Mainrado e continua affermando: «Presenteremo la nuova bozza nell’autunno 2009. Essa dovrà ottemperare alle nuove condizioni nate con la liberalizzazione energetica. Il regolamento dovrà permetter la buona gestione dell’impresa elettrica e rispettare le peculiarità del nostro territorio».

L’altra gatta da pelare del dipartimento è legata alla fatturazione dei costi derivati dal consumo dell’energia elettrica. Pare infatti che sia finito il tempo delle visite degli addetti comunali per la lettura dei contatori presenti in ogni fuoco. Lanfranchi si esprime così in merito: «Una ditta esterna sta valutando come rinnovare questo settore dell’amministrazione, affinché la soluzione proposta precorra i tempi e ci fornisca una sistema riconosciuto e applicato in tutta la Svizzera».

Il luogotenente si rammarica del fatto che l’intervento sarà assai gravoso dal punto di vista finanziario.


Otmaro Beti

Regolamento della Valle di Campo: una gestazione difficile

Otmaro Beti, consigliere comunale a capo del dipartimento agricoltura, selvicoltura, turismo e sentieri, informa il legislativo sul difficile tema della normativa sulla Val di Campo. «Non sarà più contemplato il limite orario», rende noto Beti. Egli ragguaglia sui passi intrapresi dopo la levata di scudi alla prima proposta presentata nel 2008 alla Giunta.: «Si sono intavolate trattative e colloqui con i firmatari di una mozione e prossimamente tutti i proprietari riceveranno il regolamento rivisto».

Otmaro parla di un primo passo nella direzione auspicata grazie al quale si possa avere una diminuzione del traffico lungo la perla della Valposchiavo.

Il capanno dell’agricoltura

È ancora il consigliere Beti ad informare il consesso sullo stato dei lavori per la costruzione del capanno per l’agricoltura. «Verrà realizzato nella zona Millemorti e ci si augura poterlo inaugurare nell’autunno-inverno 2009».

Slittovia Grüm-Cavaglia

Otmaro illumina i consiglieri di giunta in merito al progetto di una slittovia Grüm-Cavaglia. «Se inizialmente la proposta turistica ha incontrato i favori del Consiglio comunale, in seguito un’analisi attenta e approfondita ha evidenziato problemi difficili da affrontare», così si esprime il capodipartimento e continua: «Il percorso della discesa con lo slittino si sviluppa in un territorio battuto dalla slavine e incrocia i binari per ben due volte».

Il comune non seguirà dunque oltre il dossier. È aperto però all’interesse di investitori privati i quali potrebbero sviluppare migliorandolo un progetto gravido di dubbi e di difetti di gioventù.

In bici attorno al Lago Bianco

È ancora Beti a rendere noto il proseguo di un altro progetto; si tratta questa volta del completamento della strada sterrata costeggiante il lago in cima al Passo del Bernina. Gli amanti del rampichino potranno godersi così 360° di spettacolo edonistico delle montagne riflesse nello specchio d’acqua.


Roberta Zanolari

Un nuovo centro diurno

«La Spitex sta muovendo i passi necessari affinché venga proposto prossimamente un centro diurno capace di rispondere alle necessità di una popolazione sempre più anziana», così esordisce Roberta, consigliera responsabile del dipartimento educazione, cultura e tempo libero, salute e previdenza sociale. La consigliera comunica che presto si concluderanno le valutazioni preliminari e che in seguito si informeranno i Comuni di Brusio e Poschiavo.

La cultura costa

Al punto cultura Roberta si sofferma ricordando come i costi per la promozione culturale siano aumentati notevolmente. «Se fino a pochi anni fa la cifra a preventivo nella voce cultura si attestava attorno ai fr. 30’000, ora pare non siano sufficienti fr. 100’000», così rende noto Zanolari rammaricandosi.

Invita pure a rispettare rigorosamente le scadenze per la consegna dei dossier e di far unicamente capo ai formulari ufficiali: ciò eviterebbe lungaggini burocratiche capaci di spazientire e di ritardare l’iter decisionale della commissione.


Tino Zanetti

Incontri con gli enti frazionali

Il podestà, capo del dipartimento amministrazione e finanze, sistemazione del territorio, ricorda con piacere l’appuntamento con gli enti frazionali organizzati i mesi scorsi.
Parla di un dialogo costruttivo e capace di indirizzare un nuvolo di richieste, segnalazioni, necessità e progetti all’indirizzo dell’esecutivo.

Sessione extra-muros: un programma quasi già definito

Zanetti informa brevemente sullo stato della programmazione e della preparazione della sessione extra-muros del Gran Consiglio. Parla di un’agenda dei parlamentari fitta di appuntamenti e di temi da affrontare durante i giorni di sessione -da lunedì 15 a giovedì 19 giugno- al quale vanno abbinate proposte di svago e di conoscenza del territorio, della cultura…

«L’occasione è ghiotta per presentare l’inattesa Valposchiavo» così si esprime Tino riguardo al programma di contorno. «I granconsiglieri ci raggiungeranno sulla strada ferrata e siamo quindi chiamati ad organizzare un servizio di trasporto ad hoc per l’occasione».

Il podestà ci svela pure un momento particolare dell’incontro: «Mercoledì ci sarà la presentazione delle regioni del Grigioni Italiano e ciò rappresenterà un bella vetrina per mettere in mostra l’unita culturale e linguistica della quattro vallate».


Redatto da Luca Beti – luca.beti@bluewin.ch