”La settimana prossima” e non ”settimana prossima”

0
0

”La settimana prossima” e non ”settimana prossima”

Oltre a sentirlo alla radio, si legge spesso l’espressione errata “settimana prossima” anche sulla carta stampata. Ecco un’autorevole presa di posizione in merito.

Nell’italiano di uso comune l’espressione richiede l’articolo determinativo, anche qualora l’aggettivo prossimo/scorso preceda il sostantivo: “Verrò a Milano la prossima settimana” cosí come “Verrò a Milano la settimana prossima”.

Il fatto che alcuni usino questo sintagma senza articolo è dovuto ad una concomitanza di fattori che riguardano piú la lingua parlata che la lingua scritta. Una ricerca sui maggiori quotidiani online mostra, infatti, un deciso prevalere delle occorrenze in cui l’espressione è accompagnata dall’articolo.

Nella diffusione di questa tendenza linguistica si avverte il peso di due fattori:

  • l’influenza delle espressioni di tipo avverbiale formate con i nomi dei giorni della settimana senza articolo (“Ci vediamo venerdí prossimo”, “Ci siamo visti lunedí scorso”, “Giovedí scorso ho visto un bel film”), sulla base dei puri avverbi domani, oggi, ieri, ecc.
  • l’analogia con espressioni inglesi come next week, next month, last year, ecc.

Risposta di Marina Bongi sul tema “L’omissione dell’articolo determinativo nella locuzione settimana prossima/scorsa”, apparsa su La Crusca per Voi (n° 32, aprile 2006, p. 13).

Redatto da Il Bernina – redazione@ilbernina.ch