Interpretazioni al di là  degli spartiti

0
0

Interpretazioni al di là  degli spartiti

Prosegue ormai da due anni la fortunata serie di concerti sul Serassi restaurato. Domenica 5 giugno, la Valposchiavo ha avuto la fortuna di ospitare due artisti di chiara fama come Andreas Jetter, organista e maestro di musica della Cattedrale di Coira, e Krystian Skoczowski, organista a Magonza.

Il concerto, iniziato in sordina con un pezzo di Joseph Haydn e dal nome molto esplicito ”Il Maestro e Lo Scolaro” (Variationen und Menuett F-Dur), ricorda come il primo espone il tema ed il secondo, immediatamente, gli fa il verso. In questo modo, tra una variazione e l’immediata eco, il tema espande, come delle perle che formano una collana.

Abbiamo sentito delle interpretazioni ispirate non solo dalle indicazioni date negli spartiti ma, soprattutto, dalle profonde conoscenze culturali dell’epoca in questione, acquisite dai due artisti nei lunghi anni della loro formazione.

Un grande evento? Esattamente.

La prova? Lo slancio, la leggerezza, la gioia che la Polka di Richard Wagner (concessa quale bis) ci ha trasmesso (grazie ad una interpretazione perfetta ed ispirata) e che ci ha accompagnato anche durante il rientro alle nostre case.

Redatto da Roberto Nussio – roberto@nussio.ch