Un deciso no del PLD dei Grigioni alle scorrerie fiscali di PS e PES

0
2

Imposta sulla successione danneggerebbe posti di lavoro e aziende famigliari
PS, verdi e PES hanno iniziato la raccolta delle firme per l’introduzione di un’imposta sulla successione dei discendenti diretti.


Il PLD (I Liberali Grigioni) declina l’iniziativa in modo deciso. In Svizzera, sia reddito che sostanza vengono già oggi altamente tassati. L’imposta sulla successione imporrebbe una terza volta ogni franco guadagnato. Ciò colpisce tutti coloro che lavorano e risparmiano. Danneggiate sarebbero particolarmente le aziende famigliari, dato che tale imposta reditaria impedisce la loro continuazione, il che danneggia i posti di lavoro. Il PLD dei Grigioni combatterà l’iniziativa in tutta risolutezza.

Tramite l’iniziativa, la sinistra intende risanare l’AVS. In effetti essa, con la sua iniziativa, mette in pericolo e saccheggia il ceto medio: nel migliore dei casi l’urgente e necessaria riforma dell’AVS verrebbe ritardata soltanto di circa 5 anni e allora incombono tuttavia incontestabilmente disavanzi di 4,5-8,5 miliardi di franchi annui. L’iniziativa serve così alla sinistra quale scusante gratuita per potersi sottrarre dalle necessarie riforme.

A mente del PLD dei Grigioni sarebbe più realistico lo scenario seguente: la limitazione dell’iniziativa a grosse sostanze avrebbe come conseguenza il loro trasferimento all’estero. Quale ulteriore conseguenza, la sinistra stessa ridurrebbe sempre di più la franchigia insita nel testo dell’iniziativa. Lo scotto di questa politica lo pagherebbe in tal modo il ceto medio. Il PLD (I Liberali Grigioni) la combatte perciò con estrema determinazione.

Silvio Zuccolini, Capo servizio stampa PLD dei Grigioni