Uncool 2012 ci sarà!

0
32

Ma forse sarà l’ultima edizione
L’Associazione La Ciaf, diretta da Cornelia Müller, anche quest’anno è riuscita (forse per l’ultima volta) a far germogliare nel magro terreno alpino della valle grigionese un meraviglioso festival, superando non poche avversità.

Nei giorni tra il 18 e il 24 giugno Poschiavo ospiterà nuovamente un gran numero di musicisti di alta leva provenienti sia dalla Svizzera sia dall’estero. Laboratori nelle scuole dei due comuni, concerti, mostre e performance nella piazza di Poschiavo permetteranno uno sguardo ravvicinato sul loro affascinante e unico mondo sonoro.

Michael Ray


Questa edizione del festival è dedicata a MICHAEL RAY, l’eccezionale trombettista della SUN RA ARKESTRA, da Sun Ra stesso definito “scienziato del suono intergalattico”. Un musicista che tra l’altro, con la band Kool & the Gang, ha vinto numerosi album d’oro e di platino. Egli terrà un assolo la domenica sull’Alpe Palü.

La SUN RA ARKESTRA capeggiata da Marshall Allen si esibirà in una spettacolare formazione estesa: archi ballerini attori e proiezioni catapulteranno la piazza in un fantastico universo catartico coinvolgendo il pubblico in due performance dal carattere davvero multimediale, imperniate sulle figure di AKHENATON e EDIPO (concetto e testo di KA). Le musiche sono state composte da Marshall Allen esclusivamente per l’evento. Si tratta dunque di un’occasione mondialmente unica di assistere a questa esclusiva performance multimediale di una delle big band più prestigiose della storia del jazz. Inoltre, diretta da Hartmut Geerken, verrà tenuta durante il festival a Poschiavo la 17ma EDIZIONE INTERNAZIONALE DELLA SUN RA CONVENTION.

Marshall Allen


Sentiremo pure PETER GIGER, un esponente di spicco di quella che potremmo definire l’affermata scuola svizzera di percussionisti d’eccezione. Egli può essere definito un precursore ormai classico di uno stile poliritmico e eclettico: un esempio fra tutti la formazione FAMILY OF PERCUSSION, nella quale egli suona affiancato da Trilok Gurt, Dough Hammond e Tom Nicholas.

Peter Giger


Accanto al programma principale nella piazza di Poschiavo assisteremo a vari altri eventi che si terranno nel Cinema Rio, nella Galleria PGI e nel „Lo Spazio“ con un concerto vernissage di OLAF RUPP. I futurologi Jacque Fresco e Roxanne Meadows ci parleranno attraverso filmati e relazioni del loro visionario PROGETTO VENERE. Peter Dennett, discografico, esperto di musica e di teatro, terrà una conferenza dal titolo THE REALM OF LIGHTENING: egli ci illustrerà l’evoluzione della grafica delle copertine uscite per le case discografiche Saturn, El Saturn e Art Yard. L’artista cubano NELSON LADICIANI presenterà un’istallazione e della costumista ISA MEHNERT vedremo una mostra sul suo lavoro per le performance AKHENATON e EDIPO.

Le mattinate offriranno una possibilità unica di avvicinarsi alla bellezza del paesaggio alpino poschiavino in compagnia di due guide particolari. MARCO LAVIZZARI è non vedente e ci invita a seguirlo nella natura con il suo cane guida: scopriremo come la bellezza del paesaggio è comunque percepita da chi non possiede il dono della vista. Pur non essendo non vedente FLAVIO ALESSI ci guiderà durante la passeggiata del sabato verso un’esperienza analoga, basata però su un approccio meditativo e dialogico con la natura.

Il videoartista berlinese GÖTZ ROGGE firma le proiezioni delle performance AKHENATON e EDIPO. Durante il festival egli presenterà per la prima volta nella Galleria PGI l’opera intitolata AMNESIA’S LANDSCAPE, un lavoro sulla frammentarietà di ricordi che si innestano tra architettura e letteratura, su “luoghi che molto dicono e altrettanto celano”.

Siamo fieri di poter accogliere a Poschiavo una tale schiera di artisti internazionali. Nonostante l’infimo sostegno assicuratoci dal Comune di Poschiavo siamo lieti di essere riusciti nell’impresa di dare vita a quest’edizione del festival. Speriamo fermamente di essere in grado anche in avvenire di trovare una via per riportare nella Valle di Poschiavo i numerosi fan del festival UNCOOL, così da permettere loro un nuovo, breve soggiorno all’insegna della musica.

Per approfondire: