Trasparenza, orientamento al lungo periodo e continuità

0
7

Assemblea dei titolari di BP della BCG
Sabato si è tenuta la 27esima Assemblea dei titolari di BP della Banca Cantonale Grigione alla presenza di 2’900 partecipanti che sono stati informati sui risultati dell’esercizio 2011. Lo comunica la stessa BCG.

«L’Assemblea annuale dei titolari di BP offre l’opportunità unica di curare i contatti con le persone che per molti anni hanno accompagnato la BCG e le sono rimasti fedeli». Con queste parole il Presidente della Banca Hans Hatz ha salutato i partecipanti alla 27esima Assemblea dei titolari di BP riuniti nella Stadthalle di Coira. «La fiducia che riponete in noi è sempre stata un incentivo e un impegno ad affrontare le numerose sfide del 2011 e anche quelle future. Per questo vi ringraziamo sentitamente.»

L’Assemblea dei titolari di BP è la principale manifestazione in programma nel calendario della BCG. L’evento testimonia il radicamento nel territorio regionale, la tradizione e la vicinanza alla clientela della Banca. Clienti, titolari e investitori provenienti da tutto il Cantone si ritrovano ogni anno nella Stadthalle di Coira per trascorrere una giornata caratterizzata da stima e legame reciproci.


Aumento a lungo termine del corso del BP

Secondo Hans Hatz, il motivo dei buoni risultati conseguiti nel 2011 risiede nella strategia aziendale a lungo termine adottata dalla Banca: «Essa ha influenzato anche la costante performance messa a segno dal nostro buono di partecipazione (BP) nell’ultimo decennio.» In virtù del suo dividendo invariato negli anni e di una politica di distribuzione continua, il BP si presta particolarmente per investitori con un orizzonte di investimento a lungo termine e una limitata propensione al rischio. Quest’anno il dividendo ammonta a 38 franchi per BP.

La Stadthalle di Coira (foto BCG)


Raggiungimento degli obiettivi di crescita

Anche il CEO Alois Vinzens ha espresso soddisfazione per i risultati aziendali: «Abbiamo di nuovo superato nettamente i nostri obiettivi di crescita.» Con le acquisizioni la Banca ha realizzato oltre 2,1 miliardi di franchi. Le attività con la nuova clientela, ovvero crediti e patrimoni della clientela, hanno raggiunto il 5,2%. «Abbiamo così superato di oltre il 100% l’obiettivo strategico del 2,5%», ha affermato Vinzens.


Produttività in crescita

La Banca ha leggermente migliorato la produttività rispetto all’anno precedente, portandola al 49,1%. Alois Vinzens: «Con un valore inferiore al 50% facciamo parte delle banche svizzere con una produttività molto buona. E questo malgrado la nostra rete di filiali sia fra le più capillari del Paese.» Soltanto la redditività, pari al 9,6%, è rimasta di poco inferiore all’obiettivo perseguito del 10%.


Elevata stabilità finanziaria

Il capitale proprio, al netto dell’impiego degli utili, è aumentato nell’esercizio 2011 di 82,3 milioni a 1,91 miliardi di franchi, escluse le quote di minoranza. Alois Vinzens ha affermato in proposito: «Con una quota di capitale proprio dell’11,4%, la BCG vanta una stabilità finanziaria nettamente superiore alla media.»


Mantenimento dell’utile del gruppo

L’utile lordo, pari a 208,9 milioni di franchi, si è mantenuto sul buon livello dell’anno precedente. L’utile netto rettificato, che rappresenta l’utile aziendale vero e proprio, è rimasto pressoché identico a quello dell’anno prima a 183,7 milioni di franchi. «Con 153,4 milioni di franchi, l’utile del gruppo è quasi uguale a quello dell’anno precedente, nonostante un minor contributo delle partecipazioni delle banche private», ha commentato Vinzens.


Distribuzione invariata al Cantone e agli investitori

Considerando l’indennizzo della garanzia statale pari a 2,6 milioni di franchi e il versamento di 2 milioni di franchi nel fondo per progetti nei Grigioni, la quota di distribuzione ammonta a 99,6 milioni di franchi. «Ciò significa che la Banca ha versato nelle casse pubbliche circa 440 franchi per abitante», ha fatto notare il CEO in conclusione.