Gli apprendisti presentano i loro LIA

0
72

LIA 2012
Come tradizione vuole, gli apprendisti artigiani del quarto anno che frequentano la Scuola Professionale di Poschiavo (SPP) presentano i loro lavori di fine apprendistato.

Ascolta “Baobab – ora buca” alcuni ragazzi della Scuola Professionale di Poschiavo si raccontano! Da loro scoprirai qualcosa di più sui lavori di fine apprendistato (LIA).

Il funzionamento elettrico della ferrovia del Bernina

Mi chiamo Mauro Cortesi e sono giunto all’ultimo anno di apprendistato quale operatore in automazione presso la Ferrovia retica a Poschiavo.

Per il LIA ho scelto un tema che mi appassiona e che riguarda molto da vicino anche la mia professione: Il funzionamento elettrico generale della Ferrovia retica della tratta del Bernina.

Ho spiegato il tragitto che la corrente compie partendo dal fornitore di energia per arrivare alla forza di trazione espressa sui binari. Ho cominciato parlando di raddrizzatori, passando quindi dalla linea di contatto per arrivare alla locomotiva stessa. Della locomotiva ho citato il funzionamento del pantografo e dell’interruttore principale. Da lì ho suddiviso il lavoro in due parti: i primi locomotori (1908-1972) e quelli attuali (1988-oggi). Partendo dalla differenza di regolazione di velocità, con le resistenze addizionali di una volta, e con i convertitori di frequenza oggigiorno, mi sono pure soffermato sui differenti tipi di motori: quelli a corrente continua e quelli a corrente alternata asincroni. Infine ho parlato brevemente dei binari, che rappresentano il polo negativo del nostro circuito.

Mauro Cortesi

In generale sono soddisfatto e appagato del lavoro svolto, gli obbiettivi che mi ero prefissato in partenza li ho raggiunti.

Ringrazio tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione di questo lavoro, in modo particolare Lorenzo Marchesi, Davide Menghini e Mario Rada per le informazioni dettagliate. Non da ultimo anche Mario Costa per l’intervista concessami.

Mauro Cortesi


Elaborazione di un impianto audio in macchina

Mi chiamo Michele Crameri e sono giunto al quarto anno di tirocinio quale montatore elettricista presso la ditta Giancarlo Plozza.

Negli ultimi mesi ho dedicato molto del mio tempo libero per svolgere il lavoro individuale di approfondimento (LIA) dal titolo Elaborazione di un impianto audio in macchina.

Il mio lavoro consiste nella modifica e nell’ampliamento dell’impianto audio nella mia vettura. Nel mio lavoro ho sostituito tutti i cavi di connessione riguardanti l’impianto audio originale della mia macchina. In seguito ho assemblato delle costruzioni in legno compensato, per poi montarle nel bagagliaio della mia vettura.

Michele Crameri

Questo lavoro è stato per me più una sfida che un obbligo da parte della scuola. Tramite questa sfida sono riuscito a mettermi in gioco mettendo alla prova le mie capacità tecniche e quelle quale designer. In futuro avrei il desiderio di proseguire in questo campo, poiché mi affascina moltissimo e mi dà grandi soddisfazioni.

Michele Crameri


Il ruolo dell’automazione nella produzione di energia

Mi chiamo Daniele Godenzi e sono giunto all’ultimo anno di apprendistato quale operatore in automazione presso Repower a Poschiavo.

Giunto alla fine della ricerca mi ritengo molto soddisfatto del lavoro svolto. Ho dovuto impegnarmi molto nel raccogliere informazioni e materiale e per certi versi non è stato facile, ma per fortuna quando avevo bisogno sono stato aiutato e consigliato.

Per quel che riguarda il LIA, ho presentato Il ruolo dell’automazione nella produzione di energia.

Ho cominciato a spiegare come viene prodotta l’energia idroelettrica sfruttando la forza dell’acqua, in secondo luogo ho elencato le tipologie di turbine e il loro impiego mostrando pure i dati principali per il dimensionamento di esse. Terminata la parte meccanica e idraulica, mi sono dedicato all’automazione vera e propria, trattando sensori e sicurezze che ci sono in una centrale idroelettrica e mostrando il loro funzionamento e, a grandi linee, il loro collegamento. Infine ho dedicato una breve parentesi all’evoluzione che c’è stata negli ultimi anni. Nel corso del LIA ho pure svolto un’intervista ad una persona esperta nel settore. Ho risposto alle domande di fondo che mi ero posto in partenza, senza entrare troppo nella parte tecnica per evitare incomprensioni.

Daniele Godenzi

Le pagine a disposizione erano limitate, dunque ho dovuto comprimere alcune tematiche.

Le foto sono state scattate da me o dai miei colleghi durante delle manutenzioni. Il tutto è documentato nella bibliografia. Lo schizzo del funzionamento della centrale è stato realizzato con il programma di disegno tecnico AutoCAD.

Daniele Godenzi


Dalla vigna all’alambicco: la distillazione della grappa

Mi chiamo Luca Tuena e sono giunto al quarto ed ultimo anno di apprendistato come falegname presso la Falegnameria Gervasi.

Come tema del mio LIA ho scelto Dalla vigna all’alambicco: la distillazione della grappa.

Materiale ne ho trovato parecchio, e per un’eventuale intervista mi sono rivolto a Pietro Misani.

Con questa ricerca vorrei far capire alla gente com’è il procedimento di lavorazione nella produzione della grappa. La ricerca è suddivisa in quattro parti. Dapprima racconterò la fase di raccolta dell’uva: come procede il lavoro e quanto dura e come avviene il lavoro nella vigna; un altro aspetto riguarda la selezione delle vinacce per dare utili informazioni su dove si fa questa lavorazione e quanto tempo si impiega. Una parte importante del mio lavoro è incentrata sulla produzione della grappa fino al punto in cui essa vien stoccata nei vari tipi di botti.

Luca Tuena

Lo svolgimento di questa ricerca è stato molto impegnativo, ma posso ritenermi molto soddisfatto del risultato finale.

La grappa è un prodotto molto affascinante che richiede una grande lavorazione e preparazione senza poi tralasciare un pizzico di passione, che sicuramente ho pututo notare nel modo di lavorare di Pietro Misani.

Colgo l’occasione per ringraziare il signor Pietro Misani per il materiale che mi ha fornito e la bella esperienza nella vigna e il maestro Lino Compagnoni per l’aiuto a scuola.

Luca Tuena


Prossimamente seguiranno i racconti di altri apprendisti, che giunti quasi alla fine della formazione, hanno ricercato e intervistato per poi scrivere il proprio LIA. 

Lino Compagnoni