Al passo coi tempi, con spirito cooperativo: una formula vincente!

0
64

Assemblea generale della Banca Raiffeisen Valposchiavo
La Banca Raiffeisen Valposchiavo affronta le sfide in campo economico e sociale con fiducia, forte dei principi che da sempre persegue.

Si è svolta in un clima disteso e piacevole l’Assemblea generale 2012 della Banca Raiffeisen Valposchiavo. Alla presenza di 87 soci, il presidente del Consiglio di Amministrazione (CdA) della Banca Raiffeisen Valposchiavo Tino Zanetti sottolinea subito la forza del Gruppo Valposchiavo: un buon Consiglio di Amministrazione, impiegati preparati e affidabili, ma soprattutto la vicinanza e la fiducia dei soci e dei clienti.

La forza del franco tiene l’economia svizzera con il fiato sospeso; le oscillazioni dell’euro pesano sui Paesi limitrofi. L’economia nazionale è solida ma il vento potrebbe cambiare: la Banca Raiffeisen è comunque fiduciosa e pronta ad affrontare nuove sfide.

I soci seguono con attenzione le sorti della loro banca.


La Raiffeisen: un gruppo forte

La Banca Raiffeisen è il terzo gruppo bancario svizzero con oltre 1.7 milioni di soci, quasi 10’000 impiegati e 328 Banche Raiffeisen sparse sul territorio. E la Banca Raiffeisen Valposchiavo rappresenta molto bene questa forte realtà: 2900 soci, quasi 5500 clienti, 10 collaboratori, 3 punti vendita distribuiti equamente sul territorio, oltre 300’000 fr di imposte e 65’000 di contributi e sponsorizzazioni.


Note positive per la Banca Raiffeisen Valposchiavo.


Il gruppo Raiffeisen si avvale di partner affidabili  per prodotti assicurativi, carte di credito, leasing, operazioni di private banking. La banca Privata Notenstein acquisita nel 2012, con 13 sedi in Svizzera, sarà gestita come unità autonoma; l’acquisizione della Notenstein ha permesso di salvare 600 posti di lavoro a San Gallo e in altre parti della Svizzera.

Il 2012 è l’anno internazionale delle società cooperative: in Svizzera sono 10’000, e tra queste c’è il Gruppo Banche Raiffeisen.
Da  più di 100 anni  è vicino alla sua gente:  un partner affidabile con lo stesso spirito di solidarietà e di autoaiuto che ha determinato la sua fondazione e il suo successo! La Raiffeisen è nata con lo spirito cooperativo: utilizzare il denaro là dove è prodotto. Ancora oggi i fondi dei clienti restano nel raggio di attività a favore della sviluppo regionale.


Sostegno fattivo alla società e vantaggi per i soci

La Banca Raiffeisen Valposchiavo non è solo gestione di soldi, ma aiuto concreto alle società sportive, culturali e ricreative valligiane, che ogni anno possono a loro volta offrire manifestazioni, formazione e momenti ricreativi proprio grazie al suo sostegno.
I soci possono usufruire di parecchie offerte sponsorizzate dalla loro Banca; non da ultimo le feste familiari, offerte ogni anno quale segno di ringraziamento per la fedeltà al Gruppo.


Cifre in crescita per l’anno 2011

Il direttore della Raiffeisen Valposchiavo Erno Cortesi è soddisfatto: le cifre che sta per presentare non possono che rallegrare; “cantano bene”, dichiara paragonandole alle voci del Coro Misto Poschiavo, che hanno  allietato l’apertura dell’Assemblea.

Il direttore Erno Cortesi è visibilmente soddisfatto: la Banca Raiffeisen naviga in ottime acque.


In un momento di insicurezza e di instabilità, di disoccupazione dilagante e di difficoltà nel far quadrare i bilanci, la Banca Raiffeisen dimostra di godere di ottima salute e di poter affrontare il futuro con tranquillità. Dà fiducia, e lo dimostra il numero dei soci, aumentato nel 2011 di 110 unità.  Soci consapevoli che quanto affidano alla loro Banca andrà a sostenere l’economia e lo sviluppo della regione.

Tutte le voci 2011 presentano cifre in crescita.


Le cifre che riguardano la Raiffeisen Valposchiavo parlano chiaro: sono aumentati i soci, i clienti e i prestiti alla clientela; anche l’utile lordo ha registrato un notevole aumento.

La direzione e gli impiegati Raiffeisen: “insieme verso il futuro”.


Nel corso dell’anno sarà assunto un(a) consulente alla clientela e prossimamente ci saranno le consuete serate con cena e intrattenimento per i soci Raiffeisen: momenti sempre attesi e graditi, occasione d’incontro e di convivialità. Il direttore termina ringraziando il CdA e gli impiegati Raiffeisen per la professionalità e l’impegno che dimostrano nel loro lavoro.

Il signor Bonfanti dell’Ufficio di revisione del Canton Ticino legge il rapporto di revisione, approvato all’unanimità.


Plinio Pianta lascia dopo quasi tre decenni di appartenenza al CdA




Risale al 1983 la sua entrata nell’allora Cassa Raiffeisen Brusio dapprima quale segretario, in seguito quale presidente del comitato per la fusione delle filiali, sparse sul territorio della Valposchiavo, in Raiffeisen Valposchiavo. Plinio Pianta racconta dei suoi esordi e del suo lavoro all’interno del CdA. Non ama le fusioni, lo dichiara lui stesso, ma ammette che la fusione delle singole sedi in Raiffeisen Valposchiavo è stata una mossa vincente. La Banca Raiffeisen è cresciuta negli anni, si è affermata, ha guadagnato una buona fetta di mercato e gode di ottima salute.
L’uscente Plinio Pianta è soddisfatto di quanto ha potuto dare e augura alla Raiffeisen un futuro in continua ascesa.

Plinio Pianta si accomiata con bei ricordi dal CdA della Raiffeisen.


Il Coro Misto Poschiavino una delle tante associazioni sostenute da Raiffeisen,  allieta l’Assemblea 2012: ha un nuovo direttore e lo presenta con orgoglio; le esibizioni sono accurate e il pubblico gradisce particolarmente l’omaggio musicale.

Il Coro Misto Poschiavino allieta l’Assemblea della Banca Raiffeisen Valposchiavo.

Si termina con un ricco aperitivo, la possibilità di incontrarsi e di colloquiare: anche questo un contributo alla socialità e al benessere dei clienti.