Una medaglia per concludere la stagione

0
12

Una medaglia che consola (con VIDEO)
Ursina Badilatti, atleta valposchiavina che da molti anni gareggia sugli sci di fondo a livello professionista, conclude la propria stagione 2011/12 con un bronzo a Realp in occasione dei campionati svizzeri. Con questa medaglia al collo Ursina si consola dopo una stagione caratterizzata da alti e bassi.

È passato un mese dall’ultimo incontro con Ursina Badilatti, occasione nella quale la giovane atleta valligiana aveva conquistato un buon secondo piazzamento alla Frauenlauf alla spalle della forte Antonella Confortola. Una settimana più tardi Ursina ha preso parte alla Maratona Engadinese, non riuscendo ad ottenere un risultato all’altezza delle sue potenzialità e delle aspettative. “Ho concluso la gara al 14simo rango e quindi non posso ritenermi soddisfatta. Tuttavia ho fatto il possibile e sono consapevole che se non mi trovo al meglio della forma, cosa che purtroppo non si è manifestata in quel periodo, non riesco ad ottenere i risultati da me sperati, anche perché ci sono molte atlete che non stanno di certo a guardare.”

Il seguente servizio effettuato dal giornale suedostschweiz rappresenta un’ottima occasione per farsi un’idea più concreta del mondo dello sci di fondo. Il video inizia con una parte dedicata alla Frauenlauf, gara di 17 km che collega Samedan a S-Schanf. Questa manifestazione serve alle atlete professioniste come preparazione alla Maratona Engadinese ma è accessibile anche a tutte le donne che vogliono trascorre una giornata all’insegna del divertimento e dello sport. A partire dal minuto 13:00 il servizio dedica uno speciale ad Ursina Badilatti ovvero all’atleta di casa. Alcuni minuti mostreranno come Ursina si è preparata alla Maratona Engadinese, dando anche la parola a lei ed al suo allenatore Christoph Schmid.

Passano sette giorni ed è la norwegische Birkebeiner ad ospitare Ursina ed il suo team, o meglio il suo nuovo “team”: la squadra nazionale italiana di lunghe distanze. “È stata un’esperienza davvero speciale poiché essendo rimasta da sola nel mio team, mi sono dovuta arrangiare fin dalla preparazione al viaggio, prenotando il volo 2 giorni prima della partenza per la Norvegia. Ho colto l’occasione di aggregarmi alla squadra italiana di lunghe distanze e devo dire che è stata una decisione azzeccata in quanto mi sono trovata decisamente a mio agio con i miei “colleghi” italiani. Abbiamo affittato uno chalet dove non ci siamo fatti mancare i tipici prodotti gastronomici italiani e dove ci siamo potuti rilassare in vista della gara.”

Ursina Badilatti con il suo "Team d'adozione italiano". Da destra: Stephanie Santer (vincitrice FIS MARATHON CUP), Corrado Vanini (tecnico), Michele Vairoli (tecnico), Antonella Confortola (vincitrice Maratona Engadinese 2011, Frauenlauf 2012), Marco Cattaneo, Florian Kostner, Sergio Bonaldi, Simone Paredi.


La gara corrispondeva ad una 54 chilometri a stile classico su un tracciato caratterizzato da un continuo sali e scendi tra Rena e Lillehammer. Ursina ha concluso al 12simo rango la gara più bella da lei corsa su lunga distanza, la quale le rimarrà in mente per molto tempo così come il bellissimo fine settimana trascorso in compagnia del team italiano e della loro simpatia.

L’ultimo appuntamento stagionale per Ursina è stata la 30 chilometri a stile skating valida per i Campionati Svizzeri svoltasi a Realp. “Prima di questa gara mi sentivo bene soprattutto a livello psicologico ed ero convinta di poter raggiungere un buon piazzamento finale. Il mio obiettivo era quindi quello di rimanere con il gruppo di testa il più a lungo possibile. Fino al chilometro 22 ho lottato per la vittoria al fianco di Bettina Gruber e Laurien Van der Graaff. A quel punto della gara ho visto che le due atlete sopracitate spingevano sempre di più e ho quindi deciso di continuare con il mio ritmo difendendo così la terza posizione fino al traguardo. Concludo così una stagione caratterizzata da alti e bassi con un buon risultato che mi dà fiducia per la prossima stagione. A questi livelli per poter vincere bisogna esser al meglio sia a livello mentale che fisico, cosa che purtroppo non mi è stata possibile lungo tutta la stagione. Colgo l’ occasione per ringraziare nuovamente tutti coloro che mi hanno aiutata e sostenuta!”

Ursina Badilatti in occasione della gara di Realp valida per i Campionati Svizzeri.


La stagione sciistica di Ursina è arrivata al capolinea ma la giovane valposchiavina non ha intenzione di allontanarsi troppo dal mondo dello sport: “Dopo aver riposto gli sci di fondo mi aspetta un periodo di lavoro e di vacanze, per poi ricominciare una nuova stagione di allenamenti a maggio. Al momento sono molto occupata con la preparazione dello SkyRace facendo parte del comitato di organizzazione. Oltre ad aiutare in vari settori della gara, sono responsabile degli atleti di punta. Questo lavoro è molto interessante poiché mi permettere di vedere una gara dal punto di vista dell’organizzatore oltre che da quello del gareggiante, ruolo al quale sono più abituata.”


IL BERNINA per il Valposchiavo Sponsor Pool

Valerio Plozza