Dopo dieci anni il bilancio è estremamente positivo

0
6

Giornate informative per persone soggette all’obbligo di leva
I Grigioni festeggiano i dieci anni delle giornate informative per persone soggette all’obbligo di leva, che si svolgono dal 2002.

Dopo dieci anni il bilancio è estremamente positivo, come hanno comunicato oggi a Landquart i responsabili in occasione della giornata dedicata alle autorità, agli ospiti e ai media.

Chi è informato sceglie meglio. “Informare, istruire e motivare” è perciò anche il motto delle giornate informative grigionesi, organizzate nel Cantone dall’Ufficio del militare e della protezione civile dei Grigioni (UMPC) su incarico del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) e destinate ai giovani che si trovano nel 18° anno d’età.

La giornata informativa obbligatoria vuole aiutare i giovani a prepararsi in modo mirato all’imminente reclutamento. Cosa significa abile al servizio civile, come si può prestare servizio militare senz’arma, per chi è pensato il servizio civile, quanto dura il reclutamento e qual è la differenza tra fanteria e artiglieria? È a domande come queste che viene data risposta durante la giornata informativa. Le persone soggette all’obbligo di leva, e naturalmente anche le donne interessate, vengono in questo modo istruite precocemente e in modo completo in merito agli incombenti doveri di cittadino.


La pianificazione precoce è utile a tutti

Già per la decima volta, in occasione delle giornate informative 2012 nei Grigioni, l’esercito, il servizio civile e la protezione civile verranno presentati da vicino ai giovani che saranno in futuro soggetti all’obbligo di leva. Gli incontri si tengono a Ilanz, Roveredo, Samedan, Thusis, Landquart e Coira. In occasione dell’odierna giornata dedicata alle autorità, agli ospiti e ai media, a Landquart i responsabili hanno tratto delle conclusioni estremamente positive. L’esperienza di dieci anni di giornate informative ha mostrato che i giovani hanno un grande bisogno di informazioni complete e che apprezzano perciò questa giornata. Oggi l’obbligo di prestare servizio può essere pianificato con largo anticipo, cosa che a sua volta consente un migliore coordinamento con la professione e le proposte formative civili.