AlpWeek: parola ai valposchiavini e ai loro problemi

0
5

Sessione di giovedì 6 settembre: la Valposchiavo al centro
Discorsi teorici e politici assumeranno una dimensione pratica nella sessione dedicata alla Valposchiavo. A parlare saranno i valposchiavini, che daranno voce alle difficoltà da superare per vivere in una regione di montagna. IL VIDEO

 

È notizia di questi giorni che AlpWeek ha raggiunto il numero massimo di 400 iscritti. E se il segretario generale del segretariato permanente della Convenzione delle Alpi Marco Onida si sta preparando a raggiungere la Valposchiavo a piedi, la stessa Valle non sta a guardare e sta mettendo a punto una sessione su se stessa davvero allettante.

“Presenteremo la Valposchiavo attraverso la voce di chi in Valposchiavo ci vive e lavora.” Gianluca Giuliani sta sistemando gli ultimi aspetti della sessione di AlpWeek 2012, che giovedì 6 settembre al Cinema Rio mostrerà la Valposchiavo in modo originale. A raccontarla e a spiegare quali siano le difficoltà da superare per poterci vivere saranno infatti gli stessi valposchiavini.

“Nella sessione si discuterà di cinque temi, sui quali sono stati intervistati dei convalligiani esperti in materia”, ci spiega Giuliani. “Ogni argomento verrà introdotto da un contributo video, al quale farà seguito un dibattito in diretta.”

Ad esprimersi sui cinque temi – la questione energetica, economia-innovazione-formazione, agricoltura, mobilità e l’abitare nel nucleo storico – sono stati chiamati Cornelio Beti e Alessandro Della Vedova, Marcandrea Paganini e Flavio Lardi, Gianfranco Cagnoni e Andrea Zanetti e molti altri ancora. Le loro parole, riportate nei filmati introduttivi, esporranno dei problemi legati al vivere e lavorare in una regione di montagna.

E su questi aspetti concreti saranno invitati a dibattere in diretta degli esperti: dal presidente del consiglio di amministrazione della Ferrovia Retica Stefan Engler alla consigliera nazionale Silva Semadeni, dalla direttrice dell’Ente Turistico Valposchiavo Ursula Maag all’amministratore delegato di Trenord Giuseppe Biesuz e al membro della direzione di Repower Felix Vontobel. “In questo modo discorsi teorici e politici sulle zone alpine assumeranno una dimensione pratica e i relatori dovranno cercare di dare delle risposte altrettanto pratiche”, afferma l’organizzatore Giuliani. Un dibattito che si promette avvincente, che sarà guidato dalla giornalista Helen Issler, per lungo tempo volto della trasmissione della TV svizzero-tedesca “Schweiz Aktuell”, e che prevede il coinvolgimento del pubblico presente in sala.

Il Rio a Poschiavo è pronto a spalancare le sue porte per la sessione sulla Valposchiavo.


Ma cosa può dare una sessione sulla Valposchiavo ad AlpWeek 2012? E cosa alla Valposchiavo stessa? “Possiamo mostrare agli altri paesi alpini cosa voglia dire vivere fino in fondo la sostenibilità, che non è cosa idilliaca e raggiunta per sempre”, ci spiega Giuliani: “La sostenibilità è un perenne trovare delle soluzioni fra gli interessi contrastanti delle sue tre componenti: ecologia, socialità e economia.” Si pensi a questo proposito all’attuale discussione attorno al Progetto Lagobianco o all’ampliamento della stazione ferroviaria di Poschiavo. “La nostra Valle, dal canto suo, può guadagnare visibilità e soprattutto comprensione da parte di chi prende delle decisioni a livello politico”, così ancora Giuliani. Alla conferenza saranno infatti presenti esperti cantonali, federali e internazionali.

Valposchiavo: buon esempio di promozione dello spazio alpino.


La sessione di giovedì 6 settembre avrà dunque la Valposchiavo al centro. “E se la partecipazione della popolazione sarà buona”, conclude Giuliani “ecco che la Valposchiavo sarà riuscita a dimostrare di come non sia soltanto un nome su una cartina, ma una valle dove vivono persone con idee, opinioni e ragioni che hanno sempre difeso e che continueranno a portare avanti”.


La conferenza “Valposchiavo modella il proprio futuro sostenibile” (sessione nr. 16)
di giovedì 6 settembre, dalle 14 alle 16, al Cinema Rio è aperta al pubblico!

  • Non mancare l’appuntamento! La Valposchiavo sei anche tu!

Per approfondire


Su incarico del comitato organizzatore IL GRIGIONE ITALIANO e IL BERNINA fungono da partner mediatici per la Valposchiavo. Le due testate hanno deciso di unire le loro risorse e di coprire in collaborazione l’importante evento.