Poschiavo: uomo di 66 anni precipita in un dirupo

0
21

Cacciatori rinvengono il cadavere
Sabato sera è stata annunciata alla polizia cantonale dei Grigioni la scomparsa di un 66enne. Dopo un’azione di ricerca mirata l’uomo veniva rinvenuto morto in un dirupo.

Sabato pomeriggio la figlia dell’escursionista aveva portato il 66enne con l’automobile in zona “Scelbez”, da lì avrebbe poi dovuto raggiungere a piedi “Punt da Teo”. Visto che l’uomo non dava sue notizie come accordato e non era più reperibile sul suo cellulare veniva allarmata la Polizia Cantonale dei Grigioni. Con l’aiuto della Colonna di Soccorso Valposchiavo e della REGA veniva organizzata un’azione di ricerca mirata.


Cacciatori rinvengono il cadavere

Tre cacciatori locali si trovavano in zona “Corn da l’Abrüsù” per una battuta di caccia, quando uno di loro sentiva squillare un cellulare nelle vicinanze. Pochi minuti dopo notavano un elicottero della REGA in volo di perlustrazione e deducevano che poteva esserci un collegamento tra le due cose. I cacciatori contattavano immediatamente via cellulare la colonna di soccorso, indicando loro il luogo dell’incidente. Giunta sul posto la dottoressa della REGA poteva unicamente constatare la morte dell’escursionista. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti l’uomo è precipitato per circa 30 metri in un dirupo, riportando feriti mortali. All’azione di ricerca hanno partecipato cinque militi della Colonna di Soccorso Valposchiavo, la REGA e la Polizia Cantonale dei Grigioni.