Grigioni 2022 è in grado di affrontare i rischi

0
1

Individuati i rischi e le opportunità dei Giochi olimpici
Uno studio scientifico realizzato dalla rete di ricerca Rütter+Partner ha individuato quali sono i vantaggi da cogliere e i pericoli da considerare per la realizzazione di Grigioni 2022. Lo comunica l’associazione promotrice Associazione XXIV Giochi olimpici invernali Grigioni 2022.

Le opportunità risiedono nel valore aggiunto e nella creazione di nuovi posti di lavoro, mentre i rischi potrebbero insorgere qualora il concetto di sostenibilità venisse modificato dopo l’assegnazione dei Giochi. Nelle indagini svolte finora, l’Associazione Grigioni 2022 ha sempre tenuto conto dei potenziali rischi e ora si appresta a preparare una candidatura che sfrutti al meglio tutte le opportunità.

Chi desidera cogliere in modo ottimale le opportunità di un progetto di grandi dimensioni deve conoscere i rischi in anticipo per poterli tenere sotto controllo. La seconda parte dello studio sulle ripercussioni economiche di Grigioni 2022 analizza le opportunità e i rischi del progetto. Con la pubblicazione dello studio, l’Associazione Grigioni 2022 dimostra di voler affrontare anche le critiche al suo progetto in modo aperto e trasparente e di agire in modo proattivo per controllare i possibili rischi.

In ottobre 2012, la prima parte dello studio indipendente di Rütter+Partner aveva dimostrato che l’attuazione dei Giochi olimpici invernali nei Grigioni poteva generare fino a 1.8 miliardi di franchi di valore aggiunto. Con un volume di lavoro fino a 15’000 anni persona e fino a un milione di pernottamenti supplementari, il progetto dei Giochi olimpici invernali rappresenta una grande opportunità commerciale.

Pista di ghiaccio di Davos, uno dei possibili luoghi dei giochi olimpici invernali nel nostro cantone.

 

Saper cogliere le opportunità

Per poter sfruttare sistematicamente le opportunità di un evento di tale portata è necessario innanzitutto identificarle. Successivamente, spetterà agli organizzatori, ma anche agli enti pubblici e ai prestatori di servizi attivi nell’ambito del turismo e in altri settori cogliere queste opportunità.

L’Associazione Grigioni 2022 intende inoltre comprendere e rivelare come affronta i rischi, rispondendo così anche alle affermazioni sempre più frequenti, secondo cui i Giochi olimpici invernali lasciano in eredità spese ingenti e celano rischi imprevedibili. La rete di ricerca Rütter+Partner ha chiarito dove vanno cercati e come vanno affrontati i rischi maggiori per Grigioni 2022.

Gli autori dello studio Jürg Stettler e Heinz Rütter hanno analizzato i rischi, assieme a un gruppo di ricercatori provenienti da tutti i settori rilevanti per la realizzazione dei Giochi, dal punto di vista economico, ecologico e sociale e li hanno quindi valutati sulla base delle esperienze passate.


Criteri di successo per ridurre al minimo i possibili rischi

Il maggior rischio potenziale, secondo gli autori, consiste negli adeguamenti a posteriori dei progetti dopo l’assegnazione dei Giochi nel 2015. Lo studio evidenzia anche la questione inerente alla sostenibilità. Oltre ai rischi stessi, lo studio presenta anche i principali criteri di successo per minimizzarli:

  1.  l’inserimento, fin dall’inizio dei lavori di preparazione, della questione concernente la sostenibilità;
  2. la disponibilità, se necessario, di rinunciare a una candidatura in caso d’inosservanza dei suoi valori fondamentali;
  3. il rispetto vincolante degli accordi stipulati senza l’apporto di successive modifiche a scapito dei valori fondamentali del concetto dopo l’aggiudicazione dei Giochi da parte del CIO nel 2015.

«I contratti con il CIO sono vincolanti per entrambe le parti e sottostanno al diritto svizzero», sottolinea in proposito Matthias Remund, direttore dell’Ufficio federale per lo sport e vicepresidente di Grigioni 2022. «Per modificarli dopo la loro stipulazione è necessaria l’approvazione di entrambi i contraenti». Anche per quanto riguarda la sostenibilità, Grigioni 2022 è molto ben attrezzato: «Con le piattaforme di dialogo sulla sostenibilità, l’innovazione e l’eredità e la Carta SIE vincolante disponiamo degli strumenti necessari per adempiere alle promesse. Allo stesso modo, istituiremo una gestione dei rischi moderna ed efficace».


«I compiti a casa sono stati svolti»

Lo studio non ha destato sorprese per Grigioni 2022: i rischi sono ben noti e possono venir affrontati durante l’allestimento del progetto: «Con gli strumenti presentati oggi, ci siamo dotati dei mezzi necessari per improntare in modo ottimale la candidatura e lo svolgimento dei Giochi agli effetti positivi ed economici per la popolazione», ha dichiarato il direttore di Grigioni 2022 Gian Gilli. «Lo studio evidenzia in modo chiaro quali sono i rischi maggiori del progetto e conferma che abbiamo svolto correttamente i nostri compiti a casa. I grigionesi possono dire «Sì» a Grigioni 2022 senza sensi di colpa».


Riferimenti sui risultati