M13 e l’irresponsabilità della classe dirigente svizzera

0
4

Il PC solidale con la posizione di Pierre Rusconi
Il Partito Comunista (PC) ritiene che il caso di M13 sia ben più ampio della mera uccisione dell’orso grigionese e delle prese di posizione degli animalisti, in quanto è l’ennesima riprova che una fetta significativa della classe dirigente nostrana è divenuta incapace di prendersi delle responsabilità.

Certamente la soppressione di M13 placa gli animi di coloro che si erano preoccupati della sua presenza, ma è una decisione presa senza realmente affrontare il problema dei grandi predatori che – volenti o nolenti – stanno aumentando di numero anche alle nostre latitudini. Questi saranno un tema politico importante da affrontare prima che – nei prossimi anni – ci si trovi ad essere travolti da una situazione oggi prevedibile anche dal semplice constatare dell’aumento delle zone boschive negli ultimi decenni.

Questa mancanza di lungimiranza ci pone, in una prospettiva di lungo termine, inesorabilmente destinati a soccombere (questo vale in tutti i settori e in modo particolare per l’economia), quali vittime delle irrazionali paure di un’élite reggente di mediocri e lottizzati. Incapaci addirittura di distinguere tra mito e realtà, condividendo l’uccisione – come fosse un mostro sanguinario – di un animale che è stato respinto a colpi di bacchette da walking da un’anziana signora. A questa stregua dovremo eliminare tutte le vacche nutrici, che nel 2012 hanno, loro sì, ferito in modo gravissimo due turisti? Governanti demagoghi, che piuttosto di gestire le paure che venivano da una certa fetta della popolazione mal informata, hanno preferito una soluzione di comodo, equiparabile a nascondere la polvere sotto il tappeto.

Non dobbiamo inoltre dimenticare che ogni orso che viene a mancare è un attacco alla sopravvivenza della sua specie, arrecando un danno importantissimo alla natura e alla biodiversità.

Almeno per una volta il PC non può dunque che solidalizzare con Pierre Rusconi ed il suo ruvido “Paese di Merda”, anche se il deputato UDC, per avere davvero a cuore gli altri M13, dovrebbe anche dire no al raddoppio del tunnel del Gottardo, no alle Olimpiadi invernali 2022, no al nucleare, no allo sfruttamento intensivo e irrazionale del territorio e si a un potenziamento dei mezzi di trasporto pubblici.


Partito Comunista, sezione ticinese del Partito Svizzero del Lavoro