Un Catasto solare per buona parte del Cantone dei Grigioni

0
27

La mia casa è idonea per accogliere un impianto solare, termico o fotovoltaico?
Domande come questa troveranno presto risposta in modo semplice e intuitivo con un rapido clic del mouse.

Repower sta sviluppando insieme ai suoi partner un Catasto solare che fornirà per la gran parte degli immobili nel Cantone dei Grigioni dei valori indicativi a chi intende investire in un simile impianto. La città di Ilanz è il primo Comune per il quale è stato attivato questo strumento a partire da oggi, 3 luglio 2013. Nelle prossime settimane sarà disponibile online anche per altri Comuni.

All’interno delle strategie energetiche nazionali e cantonali gioca un ruolo importante anche l’energia solare. Il potenziale teorico non è effettivamente da trascurare. Il Cantone dei Grigioni offre inoltre buone condizioni per lo sfruttamento dell’energia solare. Il motivo per cui questo potenziale viene sfruttato oggi solo in parte risiede da un lato nei costi ancora elevati, nella prudenza dei clienti verso l’acquisto di prodotti solari, nei meccanismi complicati d’incentivazione e nelle opinioni contrastanti riguardo alle prospettive positive di impianti di dimensioni ridotte. Ma soprattutto: in molte regioni c’è evidentemente un grande bisogno di maggiori informazioni e conoscenze.

Repower condivide in parte le attuali riserve, ma in linea di principio è convinta che l’installazione di impianti fotovoltaici o solari termici sia in molti casi opportuna e che le iniziative private in questo settore debbano essere incentivate.

Contributo per sfruttare meglio l’energia solare nei Grigioni

Per contribuire a sfruttare meglio l’energia del sole come fonte energetica nei Grigioni, Repower sta sviluppando un Catasto solare per quella parte del Cantone dei Grigioni alla quale fornisce direttamente energia elettrica. Saranno compresi anche diversi comuni serviti da rivenditori di energia elettrica e potrebbero essere incluse anche altre regioni. Il Catasto solare è online da oggi, 3 luglio 2013, per il primo Comune attivato: la città di Ilanz. Chi fosse interessato può visualizzare i dati essenziali degli edifici di Ilanz all’indirizzo www.repower.com/solarkataster. Entro la fine dell’anno saranno disponibili i dati di tutti i comuni compresi nell’area di distribuzione di Repower, e di alcuni altri comuni.

Dati per tutti gli edifici

Il Catasto solare indica con precisione se il tetto di un edificio è idoneo per l’installazione di un impianto fotovoltaico (per la produzione di energia elettrica) o solare termico (per la produzione di acqua calda sanitaria e/o per l’integrazione del riscaldamento). Vengono visualizzati i dati essenziali sulla superficie effettivamente disponibile, sul suo angolo di inclinazione, sull’esposizione e sulla produzione potenziale di energia elettrica o termica. Il colore della superficie (giallo – arancione – rosso) indica a colpo d’occhio il grado d’idoneità.

Repower ha sviluppato il catasto insieme allo studio d’ingegneria Donatsch Ingenieure AG di Landquart. Per effettuare i rilievi e acquisire i dati necessari, Donatsch ha sorvolato le aree interessate con un drone. Nel modello sono confluite inoltre altre fonti di informazioni. Sulla scorta del materiale raccolto è stato quindi possibile calcolare i dati visualizzati nel Catasto solare. Per garantire la plausibilità dei rilievi e consentire un controllo costante tra dati calcolati e valori reali di rendimento, Repower collabora con la NTB – Interstaatliche Hochschule für Technik di Buchs.

Repower considera questa iniziativa come parte della sua strategia orientata al cliente. Nel 2012 è stato condotto un sondaggio sulle preferenze della nostra clientela e sulla scorta di questi risultati sono stati sviluppati nuovi prodotti elettrici che possono ora essere richiesti dai clienti in base alle loro esigenze specifiche. Tra questi figura anche l’energia verde certificata con il marchio Solarpower. Inoltre, Repower ha installato impianti fotovoltaici su diversi edifici di sua proprietà e collabora con molti produttori indipendenti. Infine, Repower contribuisce allo sviluppo di nuovi sistemi (impianti fotovoltaici su barriere antivalanghe) con la sua partecipazione al progetto di St. Antönien. Per lo stesso scopo è in corso la sperimentazione in condizioni climatiche invernali rigide di nuovi inseguitori solari installati sul tetto della rimessa (Werkhof) di Bever. Tutti questi sforzi sono finalizzati al miglioramento della commercializzazione dell’energia solare e all’incentivazione dello sfruttamento del sole come fonte energetica.

Il primo passo per la realizzazione di un tetto solare

Il Catasto solare può essere utilizzato gratuitamente. Si tratta di uno strumento che consente ai possessori di immobili interessati di valutare in modo semplice il potenziale solare della propria abitazione. In base alle molte richieste pervenute a Repower è ragionevole ritenere che molti possessori di case stiano riflettendo se dotare i propri tetti di impianti solari. Il Catasto solare fornisce un ordine di grandezza che potrà tornare utile a coloro che intendono investire in un simile impianto. Gli imprenditori del ramo presenti in loco sono in condizione di sviluppare e realizzare progetti concreti.

  • Per visualizzare correttamente il Catasto solare è necessario installare Google Earth.

 

Repower