Il valore aggiunto del multilinguismo

0
0

Ritrovo di Pro Rezia a Poschiavo
La Pro Rezia si riunirà a Poschiavo il 21 e il 22 di settembre 2013, per il suo annuale Ritrovo nelle regioni (Landtagung). Sotto la guida del Presidente, Andreas von Sprecher, ci si calerà per l’occasione nella discussione sulle lingue.

Si metterà a fuoco il tema tanto dibattuto e tanto caro ai Grigioni, quello legato al multilinguismo e al suo prezioso valore aggiunto. Per dare una dimensione a questo valore si parte dalla premessa che le lingue non vanno collegate solo alla cultura, ma anche all’economia, allo sviluppo, alla politica, alle molteplici attività di scambio. Quali sono i benefici individuali e collettivi del multilinguismo? Quali sono i benefici economici? Quali sono gli orizzonti professionali che il multilinguismo consente di percorrere?

Nell’ambito di relazioni e di una tavola rotonda, daranno una risposta personalità del Cantone dei Grigioni, che vivono a stretto contatto con un multilinguismo vissuto e autentico e operano in ambiti professionali molto vicini al quotidiano scambio linguistico. Le relazioni sono affidate a Sacha Zala, Presidente della Pro Grigioni Italiano, Diana Segantini, Direttrice del dipartimento cultura della RSI e Urs Cadruvi, Segretario generale della Lia Rumantscha. Alessandro della Vedova, Podestà di Poschiavo, oltre che fare gli onori di casa, parteciperà pure alla tavola rotonda, che seguirà dopo le singole relazioni.

La Pro Rezia considera le lingue cantonali un indispensabile elemento di coesione e uno strumento efficace per favorire le tante attività commerciali ed economiche. Le lingue cantonali sono assolutamente necessarie non solo nell’ambito dell’amministrazione pubblica e del terziario, ma soprattutto nell’industria, da quella turistica a quella manifatturiera. La Pro Rezia è consapevole della ricchezza custodita nel multilinguismo grigionese e sa che i giovani cresciuti in un ambiente multilingue hanno un vantaggio competitivo in ogni ambito della loro vita.

La Pro Rezia ricorda con piacere e con un pochino d’orgoglio che in occasione del suo precedente ritrovo a Poschiavo, agli inizi degli anni 90, il già Consigliere federale Flavio Cotti aveva lanciato l’idea di realizzare l’Università della Svizzera italiana.

Il ritrovo di quest’anno si terrà nella Sala La Tor di Poschiavo. La manifestazione, aperta al pubblico, avrà inizio sabato 21 settembre 2013 alle ore 13.30 con il saluto del presidente di Pro Rezia, A. Von Sprecher, e il benvenuto del Podestà di Poschiavo Alessandro Della Vedova. Ci si chinerà poi sul tema che Pro Rezia intende approfondire, Il valore aggiunto del multilinguismo, secondo il seguente programma:

  • 14.00
    Relazioni:
    Diana Segantini, Direttrice del dipartimento cultura della RSI
    Urs Cadruvi, Segretario generale della Lia Rumantscha
    Sacha Zala, Presidente della Pgi
  • 15.30
    Pausa caffè
  • 16.15
    Dibattito:
    Urs Cadruvi, Segretario generale della Lia Rumantscha
    Alessandro Della Vedova, Podestà di Poschiavo
    Diana Segantini, Direttrice del dipartimento cultura della RSI
    Sacha Zala, Presidente della Pgi
    Conduzione: Livio Zanolari

Le persone associate a Pro Rezia parteciperanno in serata alla parte festosa del Ritrovo annuale. Il programma lascerà spazio anche alla musica e al canto con la presenza di Patty Lardi-Bonilla e Manuela Tuena-Menghini e del Coro grigionese di Wil. Il giorno seguente, nell’ambito di un ricco e variegato programma, i soci di Pro Rezia potranno scegliere fra visite ed escursioni.

 

Livio Zanolari, Membro del Comitato di Pro Rezia