Dino Beti racconta la storia dei suoi avi

0
116

Storie di famiglia
Sabato 28 settembre, Ristorante Motrice Poschiavo, ore 17:00, presentazione del nuovo libro di Dino Beti: al Dino e la Bepina.

Il ristorante Motrice ha compiuto cento anni nel 2012 (leggi: Una Motrice che resiste da un secolo). Per i festeggiamenti, Dino Beti si è messo a scavare nella memoria e nei documenti della famiglia Isepponi che da generazioni gestisce la locanda del Borgo. Ne è uscito un poderoso volume dedicato agli avi Dino e Bepina Isepponi-Zanetti.

L’opera di Dino Beti parte dalle contrade d’origine degli Isepponi e sale dapprima lungo il Passo del Bernina per raccontare la storia dell’albergo a La Rösa, tappa importante nella storia di famiglia e della vita dei due protagonisti. Ma poi si riscende in piano nei primi anni del Novecento al momento della costruzione della Ferrovia del Bernina. Gli ingegneri deludono infatti gli osti di La Rösa: snobbando la Val Aguné – storica stazione lungo la via del passo – la via ferrata viene costruita dall’altra parte, passando per Cavaglia.

 

Dino e Bepina tornano dunque a Poschiavo, determinati a ritagliarsi una fetta di prosperità data dal turismo che in pochi anni ha reso ricca l’Engadina. I protagonisti sviluppano un altro progetto al Palazzo Mengotti di cui sono comproprietari fin dall’agosto 1876. Il loro sogno è di trasformare la loro parte della storica dimora in un Albergo «San Giovanni». Ma poi – inno alla modernità – si decidono per una costruzione nuova. Sul loro terreno, lungo la via da Spultri, nel giardino del Palazzo nasce il ristorante Motrice. Due generazioni dopo, l’edificio ha poi lasciato il passo al nuovo Motrice, quello che conosciamo oggi, che non è più solo ristorante, ma ospita anche una panetteria, una tipografia e pure spazi abitativi.

 

Partendo dalle vicende personali, Dino Beti sviluppa nel suo libro un percorso ricco di testimonianze che supera di gran lunga la classica genealogia della famiglia. Quello che era pensato come un contributo per una festa, alla fine del percorso è diventato infatti un voluminoso libro di oltre 350 pagine che ripercorre la storia di sei generazioni della famiglia Isepponi.

La presentazione del libro si tiene – come poteva essere altrimenti? – al Ristorante Motrice. Alla voce dell’autore si aggiungerà quella di Daniele Papacella, storico e presidente della Società Storica Val Poschiavo. Sarà l’occasione di scoprire con l’autore le vicende della famiglia, ma anche di parlare del lavoro e della passione necessari a compilare una simile opera (ISBN: 978-88-904354-2-3).

A numerosa partecipazione invita la Pgi Valposchiavo.

 

Arianna Nussio
Operatrice culturale Pgi Valposchiavo