Marino Zanetti: terzo ai Campionati svizzeri

0
51

E Moreno Plozza apripista a Wengen
Anche quest’inverno il poschiavino Marino Zanetti, classe 1994, sta ottenendo ragguardevoli risultati nello sci alpinismo; in primis, il terzo posto ai Campionati svizzeri. La settimana scorsa, invece, Moreno Plozza è sceso lungo la mitica pista del Lauberhorn.

 

Quando sento Marino Zanetti, intorno alle 19.30 di martedì scorso, ha finito di nevicare da poche ore. Al telefono mi racconta di essere appena stato con gli sci a Cansumé partendo da Poschiavo. Rimango un po’ sbalordito, perché, ascoltando la sua storia, mi immagino il ragazzo togliersi in volata la tuta da meccanico a fine lavoro nell’officina di famiglia, indossare la divisa sportiva verde che lo contraddistingue, mettersi gli sci ai piedi e salire lungo la montagna innevata avendo solo un faretto in fronte per squarciare il buio e illuminare la via. Resto anche favorevolmente colpito nel vedere un giovane così dedito allo sport ma soprattutto così attaccato alla natura, come se lo stretto contatto con la natura fosse a lui necessario per vivere e gli permettesse di rigenerarsi.

D’inverno, quasi ogni giorno, Marino Zanetti prende gli sci con piacere e va ad allenarsi. I risultati agonistici confermano questa costanza e determinazione negli allenamenti. La sua stagione competitiva è infatti partita molto bene. Il 14 dicembre 2013 giunge al secondo posto alla Night Attack di Flumserberg, valevole per la Coppa svizzera, nella categoria Juniores. Una gara Vertical, ossia che prevede solo salita, dove fa segnare un tempo di 35′ 30”, migliorando il suo personale sullo stesso tracciato dell’edizione 2012. Subito un buon riscontro, a dimostrazione che l’atleta sta fisicamente crescendo di anno in anno.

Davos Race: Marino Zanetti in coda al trenino (gennaio 2014)

 

Il 4 gennaio 2014, a Veysonnaz nel Vallese, conquista la medaglia di bronzo ai Campionati svizzeri Vertical nella fascia Juniores. Infinita soddisfazione alla fine di un percorso con 700 metri di dislivello. Primo podio in un Campionato svizzero per il poschiavino che non si adagia certamente sugli allori. Anzi, la fame di competere e di fare esperienza a livello nazionale e internazionale è grande. In quest’ultimo fine settimana ha infatti gareggiato a Verbier nel Vallese, in due manifestazioni valevoli per la Coppa del Mondo. Nella difficile competizione individuale di sabato si classifica nella propria categoria al quindicesimo posto, preludio per la gara del giorno dopo, quando nella Vertical arriva a conquistare un sorprendente quinto posto. Risultato notevole se consideriamo l’altissimo livello della concorrenza, di caratura mondiale.

La serie positiva di risultati non finisce qui. Il 6 gennaio 2014, nella Cronosalita della Befana a Lanzada, agguanta il terzo posto assoluto fra gli adulti. Altro miglioramento da segnalare in quanto l’anno scorso si classificò al quarto posto nella medesima Sprint.



Domenica 12 gennaio 2014 si annovera un’altra bella prestazione sulle nevi grigionesi fra gli Juniores. Alla Davos Race su un percorso con tre salite e tre discese fila tutto bene e raggiunge la seconda posizione nella categoria Juniores.

Davos Race: pendenze impossibili. Sci in spalla per Zanetti (con la tuta verde) e gli altri atleti (gennaio 2014)

 

Una stagione partita a razzo – si direbbe – anche se il poschiavino è convinto che ci siano margini di miglioramento sia nella tecnica in discesa (punto che sta cercando di curare particolarmente) sia nella forma fisica che può ancora aumentare.

A Marino Zanetti auguriamo di proseguire con le stupende prestazioni finora ottenute e speriamo di vederlo anche nelle competizioni organizzate sulle montagne vicino a noi.


Notizia dell’ultima ora

Il brusiese Moreno Plozza, selezionato fra i giovani sciatori grigionesi, ha potuto sciare sulla spettacolare discesa del Lauberhorn di Wengen durante le gare di Coppa del Mondo del fine settimana scorso. Come apripista ha affrontato quattro volte la mitica discesa: mercoledì e giovedì durante le prove sciando sull’intero tracciato; venerdì e sabato, lungo un percorso ridotto, anticipando la partenza dei campioni dello sci mondiale. “Una grande emozione e una grande esperienza che” – come ci riferisce al telefono lo stesso Plozza – “non avevo mai fatto e che mi sarà di certo utile. È stato il miglior allenamento che un giovane come me possa svolgere, grazie anche agli importanti e intelligenti consigli di Marco Büchel durante le fasi di ricognizione”.

Maggiori dettagli dell’esperienza di Plozza nel prossimo articolo SponsorPool Valposchiavo.