Finalmente un progetto per il Botul

0
3

Ci saranno zone per grigliare e servizi pubblici
Questa settimana il Consiglio Comunale ha dato il via libera per un progetto che ha come scopo quello di valorizzare il lago di Poschiavo e di proporre un’offerta allettante per turisti e abitanti.


Già da molti anni si vocifera sulla realizzazione di un progetto per valorizzare le rive del lago di Poschiavo. Fino ad ora, però, sono state più le voci che i fatti. Sono state molte, infatti, le persone, che vedendo il lago di Poschiavo come un’attrazione turistica da valorizzare, si sono lanciate in vari progetti che, però, per diversi motivi, non sono mai stati realizzati.

L’anno scorso, per esempio, Sergio Gurini lanciava l’idea per un campo da beach volley e postazioni per grigliare nei pressi del Botul. Quest’anno il comune, in collaborazione con l’Ente Turistico Valposchiavo, realizzerà un progetto nella zona. Precisamente si tratta di costruire innanzitutto dei servizi pubblici, indispensabili anche per chi fa il giro del lago. Inoltre ci saranno anche tre punti fuoco per fare delle grigliate, in modo da evitare che vengano accesi fuochi ovunque. Nei pressi dei punti fuoco ci saranno anche tavoli e panchine e il tutto sarà circondato da prato verde. In precedenza, in consiglio si è discusso anche per un progetto più ambizioso, che però è stato scartato.

L’area del Botul è meta abituale della StraMangiada

“Il nostro intento è di creare una zona relax, a misura d’uomo e di poco impatto ambientale, cercando naturalmente di contenere i costi.”, afferma Orlando Lardi, Consigliere Comunale a capo del dipartimento del turismo. Il progetto attuale verrà a costare circa 80’000 franchi, costi che saranno coperti interamente dal Comune di Poschiavo. Già l’anno scorso, la giunta comunale aveva sostenuto, con un preventivo di 200’000 CHF, vari progetti dell’ETV, fra cui anche questo.

Questa settimana, il Consiglio Comunale ha dato il via libera e i lavori saranno effettuati nei prossimi mesi. L’area sarà ultimata entro la fine di giugno, con l’arrivo della bella stagione e, si spera, anche dei turisti.

Alice Isepponi


Articolo correlato: