Il direttore della Ferrovia retica in pensione anticipata

0
0

Ad Amacker si deve, fra l’altro, l’inizio dei lavori di costruzione del nuovo tunnel dell’Albula
Hans Amacker (61), direttore della Ferrovia retica (FR), si dimette dalla sua carica per motivi di salute e va in pensionamento anticipato. È stato a capo dell’azienda dal febbraio 2011. Grazie al suo operato di questi anni, la FR ha conosciuto uno sviluppo estremamente positivo.

 

Hans Amacker ha messo a punto d’intesa con il Consiglio d’Amministrazione la strategia aziendale per il 2020, avviandone l’attuazione. In questo periodo lui e il suo team sono riusciti ad ampliare ulteriormente, con successo, l’azienda, la sua presenza sul mercato e i singoli settori d’attività, cui vanno ad aggiungersi importanti progetti. Ne sono un esempio il progetto concernente la flotta e l’acquisto connesso di nuovo materiale rotabile. Grazie ai moderni veicoli, a un nuovo piano di gestione e agli investimenti nella standardizzazione, la FR potrà gestire il traffico in modo più efficiente in futuro, accentuando il suo ruolo di colonna portante nel cantone turistico dei Grigioni.

Negli ultimi quattro anni sono stati attuati, al contempo, investimenti ingenti per la manutenzione delle infrastrutture. L’anno scorso, infatti, Hans Amacker ha potuto inaugurare l’inizio dei lavori di costruzione del nuovo tunnel dell’Albula. Altri momenti culminanti durante il suo mandato sono state le ristrutturazioni delle stazioni ferroviarie nelle mete turistiche di Davos, Arosa e St. Moritz.

Il Consiglio d’Amministrazione ha già avviato le procedure necessarie per riassegnare il posto di direttore. Tale posto verrà messo al bando pubblico prossimamente. Fino alla nuova occupazione della posizione di direttore, la direzione aziendale verrà assegnata ad interim a Christian Florin, vice direttore.