Poschiavo, tiene banco l’Impresa elettrica comunale

0
8

Dopo tre ore di seduta decisioni tutte rinviate
(di M. Travaglia)
La sera di lunedì 26 ottobre, tre ore di discussione della Giunta comunale di Poschiavo non sono bastate per approvare i vari punti all’ordine del giorno.

Il legislativo, dopo aver approvato l’ordine del giorno e ammesso il pubblico alla seduta, ha dato il via alla discussione. Primo vero punto all’ordine del giorno è stato quello relativo alla riorganizzazione dell’impresa elettrica comunale.

Come molti sanno la sua gestione, dal 2011, è in carico a Comune e Repower e, quest’ultima, ha inoltrato la disdetta del contratto di servizio a fine dicembre 2015. Da questa situazione è nata quindi l’esigenza di incaricare un esperto esterno, Maurizio Togni, per fare il punto della situazione e cercare di capire i possibili scenari futuri. Due ore di illustrazione dello studio e mezz’ora di dibattito sono quindi servite ad approfondire e conoscere meglio la tematica, ma non a prendere decisioni nell’immediato.

Il quinto punto all’ordine del giorno è stato quello relativo alla revisione dell’ordinanza sulle indennità degli organi comunali, delle commissioni e dei dipendenti ad impiego temporaneo. La proposta di modifica riguardava, oltre la rettifica di alcuni onorari, anche la tempistica con cui questi venivano decisi. La discussione tra i membri di Giunta si è accesa già intorno all’articolo numero 1 (sui 13 previsti).

 

Intorno alle 23.00, l’intervento di un consigliere ha fatto notare che le tre ore di giunta erano state superate: la proposta di chiudere e rinviare la discussione alla prossima seduta è stata accettata dalla maggioranza. Quindi, rimangono ancora da discutere e approvare:

  • la revisione dell’ordinanza sulle indennità degli organi comunali, delle commissioni e dei dipendenti ad impiego temporaneo
  • la revisione dell’ordinanza sul corpo ed il servizio pompieri
  • la revisione dell’ordinanza d’applicazione alla legge sulle fognature.