Pausa caffè • Michela Cortesi-Bontognali

0
252

IL BERNINA invita i suoi lettori a brevi pause caffè in compagnia dei consiglieri della Giunta Comunale di Poschiavo che hanno accettato di fare una chiacchierata con noi. In una serie di interviste schiette e dirette i membri del legislativo di Poschiavo si raccontano in un’ottica diversa: ci parlano dei loro sogni, dei ricordi d’infanzia più dolci, dei loro pregi e dei loro difetti. Il tempo di un caffè, insomma, per conoscerli un po’ meglio.

Michela Cortesi-Bontognali

Nome: Michela
Cognome: Cortesi-Bontognali
Soprannome: Michi
Data di nascita: 18.04.1972
Professione: Impiegata di commercio
Hobby: Corsa, nuoto, sci d’alpinismo, pittura

Un bel ricordo di quando eri bambina?

Ho un campanaccio che porta la data 1982, il quale mi ricorda un bel momento. Avevo 10 anni e veniva organizzata una gara podistica per tutti gli scolari. In palio c’era il campanaccio. Proprio la mattina della gara fui punta da un’ape ad un piede e già vedevo la gara compromessaInvece per finire ce la feci e vinsi il campanaccio. Ne è rimasto un bel ricordo

Cosa sognavi di diventare da grande?

Astronauta, e andare così nello spazio, oppure acrobata e esibirmi in un circo

Un pregio del tuo carattere?

Ottimista realista

Un difetto?

 Golosa di cioccolato

Quando ti sei emozionata l’ultima volta?

Quando c’è stato il terremoto in Nepal, se non sbaglio ad aprile, mi sono recata a monte, dove ho cominciato a dipingere su tela un bimbo nepalese. Più il disegno prendeva forma e più dentro di me cresceva l’emozione. Sarei partita volentieri a prestare aiuto a quel paese

Il libro sul comodino?

“Il deserto dei Tartari” di Buzzati. È stato messo sul mio comodino da mio figlio, dopo averlo letto a scuola

Dove dovrebbe investire la nostra valle?

È importante mantenere un certo giro economico che garantisca dei posti di lavoro. Vista la situazione finanziaria attuale del nostro Comune è importante investire in maniera oculata ed equilibrata in tutti i settori, al fine di poter garantire le caratteristiche della nostra Valle

La difficoltà più grande nel fare politica?

Riuscire a intravvedere la soluzione che soddisfi e che favorisca tutte le parti interessate

Una giornata perfetta?

La mia giornata perfetta la trovo quando sono a 2000 metri, a “Munt”. La cosa più bella è poter togliere l’orologio e staccarmi completamente dalle giornate ordinarie. Alla sera concludo la giornata con una cenetta assieme ad amici, davanti al fuoco e ad un bicchiere di vino

Il film preferito?

I film più belli li ho visti al cinema. L’ultimo è stato “The Young” (La giovinezza)

Tre aggettivi che descrivano la Valposchiavo

Speciale, movimentata e, osservata dalle nostre cime, pura

Cosa non sopporti in una persona?

Di solito cerco di portare rispetto a ogni persona così com’è

La qualità di una persona che più apprezzi?

L’umiltà

Il momento più duro della giornata?

Quando m’accorgo di avere poco tempo a disposizione!

Il sogno nel cassetto?

Dedicarmi alla pittura. Sì, il mio sogno è poter catturare delle immagini che corrono via nella nostra vita quotidiana e fermarle sulle mie tele

Elisa Bontognali