Idee per la Valposchiavo: l’opinione di Marco Triacca

0
297

Il 12 gennaio scorso, attraverso le pagine de IL BERNINA, abbiamo lanciato l’iniziativa “Idee e invenzioni per la Valposchiavo” dove invitavamo i lettori a lanciare dei progetti finalizzati ad aumentare l’attrattiva della Valposchiavo.

“Siamo noi i primi ambasciatori della nostra bella valle”

Il successo riscosso da questa rubrica, che ha visto coinvolti anche i ragazzi delle scuole superiori di Poschiavo, ci porta oggi, una volta concluso l’inserimento dei contributi, a sottoporre quanto emerso a chi lavora in questo settore da anni ed ha esperienza in materia.

Dopo Orlando Lardi abbiamo interpellato Marco Triacca, Vicepresidente della Regione Bernina e Presidente della Commissione al turismo di Brusio, che si è prestato a commentare punto per punto la nostra inchiesta.


Portare a Poschiavo 2/3 volte l’anno eventi del calibro della Festa di canto distrettuale (Claudio Paganini)
“Eventi di questa portata coinvolgono generalmente tanta gente e di conseguenza generano grande visibilità. L’importante è individuare gli eventi giusti, non banali, in grado di suscitare interesse e attirare i visitatori. Saranno loro il nostro veicolo promozionale più diretto e importante. Avanti con proposte concrete”.

Trasformare il sentiero che da Miralago porta a Garbella in un sentiero dei nani (Walter Stierle)
“Idea molto simpatica e fiabesca, in linea con l’originalità che contraddistingue alcuni abitanti di quella zona che già hanno “decorato” il tragitto di Paneneve. Non mi meraviglierei di trovare qualche nano in occasione della prossima edizione. Lasciamoci sorprendere”.

Sfruttare una zona molto bella come quella del lago a Le Prese per realizzare delle attività a misura di giovani (scuole superiori 2A, 2Ap e 2B)
“Il nostro bel lago è una risorsa importante da valorizzare e sfruttare e con questa bella proposta i nostri giovani si dimostrano a “misura di lago”. Mi vien da dire: giovani e lago, un connubio vincente”.

Proporre ai turisti un’esperienza con un contadino dalla mattina alla sera (scuole superiori 2A, 2Ap e 2B)
“Alcune nostre aziende agricole già propongono di vivere un’esperienza in azienda, con la possibilità ad esempio di dormire sulla paglia. La proposta di trascorrere una giornata dalla mattina alla sera con un contadino è ottima e magari non solo i turisti ne approfitterebbero volentieri”.

Realizzare una passerella tibetana e un grande specchio che rifletta la luce del sole verso il fondo valle (Roberto Weitnauer)
“Idea originale, simpatica e anche un po’ spirituale. Con questo progetto anch’io a Zalende vedrei il sole tutto l’anno… “.

Un esempio di ponte tibetano in Austria – Foto di Böhringer Friedrich (cc)

Costruire un cinema in Valle (scuole superiori 2A, 2Ap e 2B)
“Un cinema in Valle è stata una realtà in passato, ma purtroppo oggi non è economicamente sostenibile per l’esiguo numero di frequentatori. Quindi prima di costruire un cinema bisognerebbe (ri)scoprire la voglia di andare al cinema e a teatro. Alcune iniziative private propongono valide alternative. Ripartiamo da lì”.

Costruire un Parco Avventura a Cavaglia (scuole superiori 2A, 2Ap e 2B)
“Il Giardino dei Ghiacciai a Cavaglia è una realtà molto importante per il nostro turismo e ci insegna che certi progetti possono rivelarsi davvero vincenti. Un Parco Avventura potrebbe essere un’attrazione interessante e molto divertente. Le due realtà potrebbero tranquillamente coesistere e valorizzare tutta la zona di Cavaglia”.

Sviluppare in modo significativo il cicloturismo (Stefano Adami)
“Alcuni operatori del settore stanno già lavorando molto bene in questo senso. Penso ci siano grossi margini di ampliamento e sviluppo di questa particolare offerta, anche perché la nostra valle “bio” si presta perfettamente. Valposchiavo come punto di partenza e di arrivo, non solo di passaggio”.

Un laghetto balneabile e un’area di svago in zona Curtin (Andrea Gervasi)
“Sarebbe una bella proposta per le famiglie della nostra valle e per tutti i turisti”.

Organizzare un Tour della Valposchiavo (scuole superiori 2A, 2Ap e 2B)
“Questa offerta è in parte già esistente, ma si può sempre migliorare e ce n’è per tutti i gusti. Sta ai vari operatori del settore collaborare, unire le forze e le idee per proporre ai turisti offerte adeguate e soprattutto di qualità. Il potenziale della Valposchiavo è enorme, non bisogna mai porre limiti alle idee e alle iniziative. Siamo noi i primi ambasciatori della nostra bella valle, crediamoci”.

“Impossibile per me – conclude Marco Triacca – stilare una graduatoria o dare una preferenza a tutte queste proposte. Chi si mette in gioco con proposte e idee per il bene della nostra Valle per me ha già vinto! Avanti tutta!!!”.


Ivan Falcinella