Processione dell’Assunta

0
198

Lunedì 15 agosto a Poschiavo
Nel giorno che viene comunemente chiamato “Ferragosto”, la Chiesa celebra l’Assunzione al cielo della Beata Vergine Maria.
A Poschiavo, come da tradizione, la solennità sarà sottolineata dalla processione verso la chiesa di Santa Maria.

Quello dell’Assunzione al cielo di Maria in anima e corpo è il dogma definito più di recente dalla Chiesa Cattolica Romana. Fu papa Pio XII, nel 1950, a promulgarlo, ribadendo quanto per era ritenuto vero per fede fin dagli albori del cristianesimo. Nel Transito della Beata Maria Vergine – testo presumibilmente del IV secolo – si legge che la Madonna aveva chiesto al Figlio di avvertirla della morte tre giorni prima. La promessa fu mantenuta: il secondo anno dopo l’Ascensione, Maria stava pregando quando le apparve l’angelo Gabriele. Teneva un ramo di palma e le disse: «Fra tre giorni sarà la tua assunzione«. La Madonna convocò al capezzale Giuseppe d’Arimatea e altri discepoli del Signore e annunciò loro la sua morte. «Venuta la domenica, all’ora terza – si legge nel libro –, come lo Spirito Santo discese sopra gli apostoli in una nube, discese pure Cristo con una moltitudine di angeli e accolse l’anima della sua diletta madre. E fu tanto lo splendore di luce e il soave profumo mentre gli angeli cantavano il Cantico dei Cantici al punto in cui il Signore dice: “Come un giglio tra le spine, tale è la mia amata fra le fanciulle” – che tutti quelli che erano là presenti caddero sulle loro facce come caddero gli apostoli quando Cristo si trasfigurò alla loro presenza sul monte Tabor, e per un’intera ora e mezza nessuno fu in grado di rialzarsi. Poi la luce si allontanò e insieme con essa fu assunta in cielo l’anima della Beata Vergine Maria in un coro di salmi, inni e cantici dei cantici. E mentre la nube si elevava, tutta la terra tremò e in un solo istante tutti i Gerosolimitani videro chiaramente la morte della santa Maria».

Perché quanti più fedeli della Parrocchia di San Vittore Mauro possano viveve con fede la solennità, l’unica Messa che sarà celebrata lunedì sarà quella della sera, alle ore 20 in Collegiata. Il rito sarà presieduto da don Ivan Salvadori, prete originario di Tirano e rettore del Seminario vescovile della Diocesi di Como, oltre che docente di Teologia dogmatica alla Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale.
Al termine della Messa nella collegiata di San Vittore Mauro, seguirà la processione al lume di candela verso la chiesa di Santa Maria. Lungo il tragitto, accompagnato dalla preghiera del Rosario, sarà portato il simulacro della Beata Vergine Assunta che normalmente è conservato nell’altare della chiesa alle porte del Borgo.


Parrocchia Cattolica San Vittore Mauro