Sassalbo in acqua fino a San Nicolò

0
220

Varata il 28 maggio scorso, la Sassalbo si appresta ad affrontare il quinto mese di servizio attivo sulle acque del lago di Poschiavo. Le “crociere per tutti” proseguiranno fino alla fine di ottobre, mentre per tutto il mese di novembre la barca rimarrà a disposizione per eventuali prenotazioni.

E cerca capitani per la prossima stagione

E’ passato ormai un anno (30 settembre 2015) da quando il convoglio partito da Soletta e trasportante l’imbarcazione, sulla quale campeggiava la scritta “I go to Valposchiavo”, ha oltrepassato il Passo del Bernina e consegnato alla Valposchiavo il natante datato 1919.

Non tutti erano convinti della bontà dell’impresa, ma, col senno di poi, sembra che l’Associazione Amici del Lago abbia fatto centro. Già a fine luglio si era sforato il tetto di mille passeggeri e l’apprezzamento per quest’iniziativa è salito esponenzialmente tra residenti e turisti.

Tutto questo è stato possibile anche grazie ai volontari che giornalmente impiegano il loro tempo libero per far navigare la barca Sassalbo; infatti, benché la formazione e le spese per la patente vengano sponsorizzati dagli Amici del Lago, tutte le ore dedicate dai capitani alla pratica navigativa sono totalmente gratuite. A tal proposito, proprio nei primi giorni di novembre, i quattro capitani valposchiavini sosterranno gli esami per ottenere la patente nautica.

capitani-sassalbo

Ci auguriamo che per la prossima stagione – dice il presidente dell’Associazione Amici del Lago, Marcello Gervasi – si presentino altri volontari interessati a condurre la Sassalbo, in modo da avere un gruppo più nutrito e la possibilità di aumentare le ore di servizio della barca”.

Come detto, la Sassalbo rimarrà ormeggiata al porto Acqua da Zofrig/Villa Lardi fino ai primi giorni di dicembre, verosimilmente fino a San Nicolò (il 6 dicembre) e poi successivamente riportata sulla terra ferma per l’inverno.


Ivan Falcinella