Lagobianco, approvata centrale ad accumulazione e pompaggio

0
10
 Visualizzazione del lago Bianco dopo l’innalzamento della diga © Repower AG

Dal Cantone dei Grigioni
In un suo recente comunicato, il Governo ha dato il via libera alla centrale ad accumulazione e pompaggio “Lagobianco”; previsto anche il potenziamento di alcuni impianti in Valposchiavo.

 

 

Il Governo grigionese ha approvato il progetto “Lagobianco” della Repower AG. Il progetto include il potenziamento degli impianti idroelettrici in Valposchiavo. L’elemento principale del progetto è costituito da una nuova centrale ad accumulazione e pompaggio tra il lago di Poschiavo e il lago Bianco con una potenza installata di 1000 megawatt. Le centrali esistenti di Cavaglia e Robbia, nonché di Campocologno saranno potenziate e rimarranno in esercizio. Nella nuova concezione degli impianti non figura per contro più la centrale idroelettrica esistente di Palü.

Già nella primavera del 2014, il Governo aveva approvato il progetto di concessione nonché le concessioni di diritti d’acqua accordate dai Comuni di Poschiavo, Brusio e Pontresina. In seguito, la Repower AG ha elaborato ulteriormente il progetto e lo ha inoltrato al Governo per approvazione. Questo progetto è ora stato approvato dal Governo con determinati oneri e condizioni. Conformemente alla domanda inoltrata, la committente prevede una realizzazione a tappe delle varie centrali, iniziando con il potenziamento delle centrali superiori (centrali di Robbia e Cavaglia).

Il progetto “Lagobianco” è molto importante dal profilo della politica energetica e dell’economia energetica, non da ultimo nel quadro della Strategia energetica 2050 della Confederazione. Il progetto presenta però uno standard elevato anche per quanto riguarda aspetti relativi al diritto delle acque e ambientale. L’attuazione della nuova concezione degli impianti consente di eliminare diverse lacune ambientali degli impianti attuali e di procedere a risanamenti di diritto in materia di protezione delle acque e di pesca.