Revisione totale della legge sulla promozione della cultura

0
4

Serve uno snellimento
Conformemente all’incarico del Gran Consiglio, la legge sulla promozione della cultura viene sottoposta a revisione totale. In sede di elaborazione sono stati considerati, oltre alla questione di un riorientamento della promozione cantonale della cultura, anche gli altri incarichi parlamentari e le nuove strutture a seguito della riforma territoriale.

 

Rispetto ad altri Cantoni svizzeri, la cultura dei Grigioni occupa una posizione particolare sotto diversi profili. Lo sviluppo autonomo e indipendente delle diverse vallate fino al XX secolo inoltrato ha prodotto una varietà culturale che trova la sua manifestazione più evidente nel settore delle lingue.

L’attuale promozione della cultura del Cantone dei Grigioni si basa sulla legge sulla promozione della cultura del 28settembre 1997 e sull’ordinanza della legge sulla promozione della cultura del 12 gennaio 1998. In molti ambiti, la legge sulla promozione della cultura e la relativa ordinanza si sono finora dimostrate basi valide per la promozione della cultura cantonale. Per questo motivo, alcune regolamentazioni sono state riprese nel nuovo progetto. Su proposta del Governo, la legge sulla promozione della cultura dovrà risultare snella anche una volta sottoposta a revisione totale.

La revisione prevista trae origine da un incarico del granconsigliere Bruno Claus e cofirmatari che invitava il Governo a sottoporre al Gran Consiglio una revisione totale della legge sulla promozione della cultura. Nel corso della revisione totale della legge sullo sviluppo economico si è proceduto a una distinzione tra sviluppo economico e promozione della cultura. Da chiarire vi erano anche i possibili punti chiave della promozione della cultura (cultura professionale, cultura amatoriale), i punti di contatto con la promozione economica nonché le competenze e la nomina della Commissione cantonale per la promozione della cultura. A titolo di novità si prevede l’inserimento esplicito del sostegno alla produzione culturale professionale tra gli obiettivi della legge. Inoltre, il progetto prevede l’obbligo per le regioni di gestire in tutto il Cantone un’offerta di scuole di canto e di musica.

In sede di elaborazione del progetto ora pronto sono stati tenuti in considerazione anche i risultati dell’incarico Caduff concernente la pausa di riflessione riguardo alla revisione totale della legge sullo sviluppo economico e l’incarico Montalta concernente l’elaborazione di un progetto cantonale per la promozione e il finanziamento dei musei regionali e dei centri culturali regionali. È stato inoltre possibile inserire molte delle richieste dei 160 partecipanti alla consultazione. Ad esempio, il Governo sarà tenuto a emanare un progetto completo per la promozione della cultura nel Cantone dei Grigioni.

Cancelleria dello Stato dei Grigioni