L’Ufficio della cultura presenta il nuovo portale multimediale digitale

0
281

Tra il 2013 e il 2016, nel quadro del programma di Governo, nella Biblioteca cantonale dei Grigioni, nel Museo retico e nel Museo della natura dei Grigioni sono state rilevate digitalmente importanti parti degli archivi e delle collezioni e sono state rese accessibili a un ampio pubblico tramite il sito web av-medienportal.gr.ch.

I Grigioni sono caratterizzati da una varietà culturale unica nel suo genere. La promozione e la trasmissione di questi valori rappresenta, oltre alla sua importanza identitaria per la popolazione locale, un importante potenziale nei settori della formazione e del turismo.

L’Ufficio della cultura dei Grigioni dispone di una grande varietà di beni culturali, i quali finora sono stati rilevati digitalmente e resi accessibili al pubblico solo in parte.  L’obiettivo del punto centrale di sviluppo “Molteplicità culturale e linguistica” consisteva nella promozione della documentazione di beni culturali quale base per lo sfruttamento e la comprensione della varietà culturale nei Grigioni. A questo scopo la Biblioteca cantonale dei Grigioni, il Museo retico e il Museo della natura hanno catalogato in formato digitale importanti parti dei loro archivi e delle loro collezioni. Presso la Biblioteca cantonale sono stati rilevati in una banca dati centrale filmati e supporti audio di importanza storica provenienti dai Grigioni e relativi ai Grigioni e sono stati resi accessibili in un catalogo online. Inoltre, un elenco di libri, media e autori finora disponibile quale catalogo a schede è stato ricatalogato e convertito in una banca dati elettronica.

Quale risultato, oggi tutti i media della Biblioteca cantonale dei Grigioni sono raccolti in un catalogo online e possono essere consultati dagli utenti. Il Museo retico e il Museo della natura dei Grigioni detengono collezioni con ampi fondi che contengono importanti beni culturali e naturali; quali testimonianze e rappresentanti della memoria storica degli sviluppi della nostra società e dell’ambiente, essi contribuiscono in modo essenziale a creare un’offerta diversificata e viva e quindi a rendere attrattivo il Cantone per la popolazione locale e gli ospiti. Nel quadro del punto centrale di sviluppo, entrambi i musei hanno rilevato elettronicamente importanti parti delle collezioni. A titolo di novità, le informazioni sono consultabili da terzi tramite un catalogo online e sono quindi accessibili a scopo di documentazione e di ricerca.

Attualmente nei due musei vi sono in totale più di 25 000 record elettronici relativi a oggetti delle collezioni. Presso la Biblioteca cantonale, i film, i video e i documenti audio che sono stati digitalizzati sono 6500 mentre i dati contenuti nel catalogo hanno superato le 360’000 unità. Tutto ciò permette ora di ampliare l’attività di informazione e di comunicazione riguardo a importanti beni culturali delle tre istituzioni dell’Ufficio della cultura tramite il catalogo online.


Ufficio della cultura