Gita al Piz Alv della Sportiva Palü Poschiavo

0
641

Inizio di stagione difficile per la Sportiva Palü Poschiavo a causa della mancanza di nevicate. Ma la poca neve non è il motivo per rinunciare ad una bella gita di sci d’alpinismo in compagnia.

La prima gita in programma della Sportiva Palü Poschiavo era la salita al Sassal Mason (3031 m s.l.m.). Ma vista la scarsa neve si è deciso per il Piz Alv; un’uscita semplice e a portata di mano, ideale per un buon inizio stagione.

Eccoci allora a domenica scorsa 29 gennaio. Il tempo, se pur freschino, è perfetto e salendo dal Passo del Bernina si vedeva il sole alzarsi sulle nostre bellissime montagne.
Dopo il controllo degli apparecchi ARVA partiamo al seguito del monitore Romano. In un bel gruppetto di dodici persone saliamo lungo la Val Minor. Dapprima pianeggiante e man mano un pochino più ripida e impegnativa. Inizialmente camminiamo anche su erba e sassi, mentre più su nel canalino ripido incontriamo neve più dura ed impegnativa, soprattutto quando si tratta di dover fare una famosa “Spitzkehre”. Ma un passo alla volta superiamo il “canalin” e il terreno torna più pianeggiante, il così detto Plaun Verd.

Da qui possiamo ammirare alcune delle bellissime montagne della Valle di Campo. Un posto ideale per una breve pausa, per scattare qualche fotografia e per riprendere forza prima di affrontare il prossimo tratto.

Dal pianoro seguiamo il nostro monitore che, con passo deciso ma alla portata di tutti, ci porta sino alla sella a quota 2752 m s.l.m. che è il punto di passaggio tra la Val dal Fain e la Val Minor. E da qui continuiamo stando sul crinale ed iniziamo a salire il crestone est del Piz Alv. Raggiungiamo la vetta e ci troviamo davanti ad un panorama mozzafiato che ci fa ricordare la fortuna di poter vivere in questa magnifica valle.

Dopo qualche momento in vetta e dopo lo shooting di gruppo ecco che iniziamo, con molta cautela, la discesa. Qui la sfida, non del tutto facile, era quella di evitare i sassi che rimangono nascosti dalla pochissima neve polverosa e che però sono abbastanza per rifare il fondo agli sci. Di solito, se le condizioni nevose lo permettono, si scende “davanti” arrivando direttamente alla stazione sciistica Lagalb. Questa volta però siamo scesi seguendo la Val Minor, cercando i pendii con più neve. Dapprima eravamo tutti un po’ scettici, data la poca neve, ma abbiamo dovuto ricrederci poiché abbiamo trovato un bel manto nevoso e addirittura alcuni tratti di “bella polvere”.

Per concludere la simpatica uscita un gruppetto si ritrova al Cambrena per rivivere le emozioni di questa bella giornata senza scordarci di ringraziare il monitore Romano.

Grazie a tutti e alla prossima


Veronica Heis