Incompatibilità, la Commissione edilizia perde un pezzo

3
1752

Non c’è pace per la Commissione edilizia di Poschiavo. Stando ad un servizio mandato in onda martedì 23 maggio da Grigioni Sera e realizzato da Antonia Marsetti, il giovane candidato proposto da Poschiavo Viva, che durante l’ultima riunione di Giunta aveva ottenuto il maggior numero di preferenze, ha rassegnato le dimissioni ancora prima di entrare in carica.

Secondo quanto dichiarato ai microfoni della stessa trasmissione dal capogruppo di Poschiavo Viva, Ivan Pola, il motivo dell’abbandono del giovane aspirante, peraltro stretto parente di un dipendente dell’ufficio tecnico comunale, è da ricondurre ad una missiva del Cantone che dichiara incompatibile il suo incarico con la funzione che avrebbe dovuto ricoprire presso l’organismo comunale.

La nomina, avvenuta lo scorso mese d’aprile, della nuova Commissione edilizia aveva sollevato non poche perplessità, in special modo tra le fila del PLD, per la mancata assegnazione dell’incarico ad un ingegnere proposto dagli stessi liberali, il quale, nonostante un curriculum in perfetta sintonia con i requisiti richiesti, non aveva trovato l’appoggio in Giunta, che gli aveva invece preferito il candidato proposto dall’UDC. L’elezione di quest’ultimo era stata seguita da uno strascico di polemiche, non da ultimo per la sua stretta relazione di parentela con lo stesso Capogruppo democentrista.

Dopo oltre un anno di discussioni, che avevano condotto l’estate scorsa alle dimissioni “in corpore” del gruppo Edilizia privata e la conseguente istituzione di un team d’emergenza per il disbrigo degli affari correnti e lo studio di nuove soluzioni, con la recente approvazione del relativo regolamento e la seppur burrascosa nomina della Commissione edilizia pareva ora essere tornata un po’ di tranquillità attorno all’importante istituzione del Comune di Poschiavo, che si trova ora nella necessità di dover sostituire il seggio rimasto vacante.

Un compito non facile, considerata la difficoltà nel reperire candidati con le giuste credenziali e le tensioni seguite all’ultima riunione del Parlamento, non ancora del tutto sopite. Come affermato da Antonia Marsetti nel servizio radiofonico da lei curato: “Nuova tegola in Giunta e ennesimo pasticcio in Commissione edilizia.”


Piero Pola

3 COMMENTI

  1. Ripeto quanto già scritto in relazione alla “brillante” idea di tenere aperta la strada del passo della Forcola, eventualmente anche applicando dei pedaggi (cosa altrettanto assurda)… A casa! invito rivolto ai nostri politici (o almeno a quelli con idee simili).