Openair Cavaglia, divertirsi nel rispetto della natura

0
1155

Ormai ci siamo. La prima edizione dell’Openair Cavaglia è ai nastri di partenza e sono in dirittura d’arrivo anche gli ultimi accorgimenti prima di dare il via definitivo alla kermesse. Nulla è stato lasciato al caso e pare che anche il fattore meteorologico, salvo temporali dell’ultimo minuto, sia dalla parte degli organizzatori. Venerdì 23 e sabato 24 giugno sarà quindi una festa per tutti, all’insegna della musica, del divertimento e dello stare assieme.

Come auspicato dai giovani organizzatori, l’Openair Cavaglia vuole essere anche un evento capace di coniugare le esigenze dello spettacolo con il rispetto della natura, una convivenza che si rende possibile solo se ognuno fa la propria parte, cercando di limitare il più possibile l’impatto ambientale con un comportamento rispettoso dell’unicità del paesaggio circostante.

Per minimizzare gli effetti sulla natura e, non da ultimo, prevenire la guida in stato di ebbrezza, è auspicabile che si faccia uso dei mezzi pubblici per recarsi a Cavaglia, raggiungibile, se del caso, pure a piedi o in bicicletta. Al riguardo occorre sottolineare che non sono previsti parcheggi in loco. Come consigliano gli stessi organizzatori, sarebbe auspicabile portare con sé la tenda e trascorrere l’intero weekend a Cavaglia. Per chi volesse invece rientrare a domicilio a fine concerti, è stato previsto un bus navetta gratuito che percorre la tratta Cavaglia < – > Poschiavo da dove è poi possibile proseguire con il Bus Notturno di cui facciamo seguire gli orari:

http://www.balzarolo.ch/images/PDF/Orario_Bus_Notturno_2017_05.12.2016.pdf

È bene ricordare che, nell’area riservata ai concerti, non è ammessa l’intromissione di bevande in vetro e per questo ci saranno dei controlli. Per rispetto alla natura si chiede pure di prestare attenzione allo smaltimento dei rifiuti, da effettuarsi nei contenitori appositamente preparati, evitando di spargere spazzatura nei dintorni.

Ora non resta che salire a Cavaglia e lasciarsi trasportare dall’atmosfera festosa e coinvolgente della musica, che questo primo Openair in Valposchiavo saprà regalare a tutti i suoi partecipanti. Ballare, cantare e divertirsi a diretto contatto con la natura, affinché il sogno di 5 amici si trasformi nel sogno di tutti.


Piero Pola