Poschiavo tra i 500 villaggi più belli al mondo

0
881

In occasione dell’assemblea generale dell’associazione “dei Borghi più belli della terra”, tenutasi in Spagna dal 9 all’11 giugno scorsi, Poschiavo è stato designato tra i 500 villaggi più belli al mondo. Lo comunica una nota emessa dall’associazione Svizzera “dei Borghi più belli”, entrata ufficialmente a far parte del sodalizio mondiale nel corso degli ultimi lavori assembleari in Spagna.

Oltre a Poschiavo, altri due villaggi dei Grigioni sono stati insigniti del prestigioso riconoscimento: Soglio e Briegels. Per Soglio non si tratta di una novità e neppure di una prima in assoluto, essendo stato lo splendido paesino della Val Bregaglia già designato quale più bel paese della Svizzera solamente due anni fa. Oltre a ciò, e questa è cronaca recente, la rivista di viaggio tedesca GEO ha classificato Soglio fra i 10 migliori villaggi di montagna d’Europa.

Tra i criteri utilizzati dall’associazione per stilare una simile classifica, vanno annoverati per esempio la presenza in loco di patrimoni storici o naturali, un’elevata qualità per quanto riguarda l’architettura (armonia e omogeneità dei materiali che caratterizzano le facciate degli edifici, tetti, porte, portoni e finestre, così come la presenza di elementi decorativi), proposte culturali, la presenza sul territorio di opere d’arte e, per quanto riguarda la grandezza del villaggio, il Comune d’appartenenza non deve superare i 10’000 abitanti.

Foto di Serena Visentin

Come sottolineato ancora nel comunicato, i delegati partecipanti all’assemblea erano ben 71, provenienti da 10 nazioni diverse: Francia, Italia, Spagna, Belgio, Germania, Russia, Palestina, Giappone, Cina e Canada. La presentazione dei tesori paesaggistici e rurali presenti in Svizzera, di cui fa parte anche Poschiavo assieme ad altri 26 villaggi entrati nella prestigiosa classifica, è stata effettuata mediante una delegazione ufficiale appositamente giunta in Spagna dalla Confederazione.

Per Poschiavo un riconoscimento sicuramente prestigioso, che le conferisce ancor più fascino ed autorevolezza. Che il Borgo fosse bello, già lo si sapeva, ma ogni ulteriore conferma rafforza sempre più questa sensazione, ora anche ben al di fuori dei confini nazionali.


Piero Pola