Dipladenia, la nuova regina dei balconi

0
878

Sulle pagine de Il Bernina è nata la nuova “Rubrica della terra”, dedicata a tematiche riguardanti piante, erbe, fiori ortaggi… e tutto il verde che decora la nostra valle. Con l’aiuto di alcuni consulenti esperti in materia, proponiamo ai lettori dei consigli utili per situazioni attuali. Non esitate a lasciare le vostre domande e osservazioni nell’apposito spazio per i commenti. Buona lettura!

 

Dipladenia: la nuova regina dei balconi

(con Marcello Compagnoni)

Il geranio, da sempre elemento d’addobbo sui balconi valposchiavini, patisce il caldo. A Brusio soffre ovviamente più che a Poschiavo ed in Engadina si trova ancora meglio. Qui però, il suo periodo vegetativo è molto più breve. Da qualche tempo sta nascendo un nuovo trend, che quest’anno ha segnato un vero e proprio boom: la dipladenia.

Questo fiore, in commercio da appena una decina d’anni, sopporta senza problemi temperature superiori ai 30 gradi e sa gestire periodi di siccità relativamente lunghi. Di facile svernamento (basta metterla al coperto) la dipladenia è in grado di resistere all’eventuale gelata di una, massimo due notti.

Un’ottima alternativa ai gerani, quindi. L’unica pecca: il prezzo. Una dipladenia costa all’incirca il doppio di un geranio. A differenza di quest’ultimo, la dipladenia non viene coltivata in Valposchiavo, ma arriva da Spagna e Sicilia. Questo a causa delle elevate temperature richieste per la sua coltivazione.


A cura di Elisa Bontognali