Bruno Fighera nuovo membro della Commissione edilizia

1
1424

Durante la seduta di Giunta del 28 agosto si è proceduto alla nomina, resasi necessaria a seguito delle dimissioni di Daniele Kalt, di un membro principale in seno alla Commissione edilizia del comune di Poschiavo (punto 7). La seduta ha scelto il candidato proposto dal PDC, Bruno Frighera.

Dopo l’introduzione della tematica, il vicepresidente di Giunta Reto Capelli ha lasciato la parola ai rappresentanti del popolo per le proposte delle candidature. Il rappresentante di Poschiavo Viva Ivan Pola ha messo sul tavolo il nome dell’architetto Mario Angeli Tempini: “Dopo che il nostro candidato, brillantemente eletto, ha rassegnato le dimissioni su sollecitazione del suo datore di lavoro, – ha dichiarato Pola – il nostro movimento avrebbe voluto lasciare spazio agli altri partiti per la nomina di un membro della commissione. È compito di tutti i gruppi politici, infatti, provvedere alla ricerca di persone valide da nominare nelle commissioni”.

“Nel frattempo il PLD, per mano di un suo rappresentante, – ha continuato Pola – ha di nuovo sottolineato il fatto che sarebbe stato opportuno avere candidati di alto profilo, e il loro, che però non è stato eletto al primo turno, lo era. Purtroppo il PLD ha rinunciato a ripresentare dei candidati, per cui noi, a questo punto, ci siamo rimboccati le maniche per ricercare una personalità capace, anche per ovviare allo spiacevole e imprevisto inconveniente del nostro pretendente”.

“Siamo perciò giunti alla felice soluzione – ha concluso il rappresentante di Poschiavo Viva – di trovare nell’architetto Mario Angelo Tempini la persona che forse meglio conosce la nostra Legge edilizia, la nostra pianificazione locale e le caratteristiche architettoniche dei nostri villaggi. Siamo perciò contenti di aver proposto un candidato di alto profilo, come auspicato, che adempie appieno alle capacità richieste”.

Subito dopo l’intervento di Ivan Pola, Graziano Crameri (PDC) ha proposto ai presenti, senza troppi giri di parole, l’architetto Bruno Fighera. L’assemblea è quindi passata subito alla votazione a scrutino segreto: Fighera ha ottenuto 10 voti contro i 4 di Tempini (2 le schede bianche). Il nuovo membro della Commissione edilizia sarà operativo a partire dalla prossima convocazione.


Marco Travaglia

1 COMMENTO

  1. A quanto pare, anche il PDC si è rimboccato le maniche presentando questo candidato “sorpresa”. Quali interrssi si nascondono dietro questa scelta? Peccato che il voto sia segreto. Procedure di questo tipo dovrebbero cessare di esistere! Dov’è il coraggio civile?