Bruno Fighera: La trasparenza sarà alla base del mio operato

1
1092

Bruno Fighera, neo eletto membro della Commissione edilizia del comune di Poschiavo, ha concesso un’intervista a Il Bernina parlando del suo nuovo incarico. Nato e residente a Poschiavo, da 35 anni svolge la professione di architetto. Un tale bagaglio di esperienza maturato negli anni, ci ha raccontato, gli consentirà di avere solide basi per adempiere al ruolo che è andato a ricoprire.

Signor Fighera, si aspettava questa nomina?
Ad essere sincero devo dire di sì. Dopo 35 anni di esperienza nel settore ho avuto modo di farmi un bel fardello di esperienza, questo mi ha indotto a candidarmi. Inoltre, credo di essere stato eletto perché la gente apprezza il modo in cui svolgo il ruolo di ispettore dei danni dell’assicurazione cantonale qui a Poschiavo.

Si aspettava di ricevere sei voti in più dell’architetto Mario Angelo Tempini?
Non mi aspettavo uno stacco di voti cosi grande dall’architetto Tempini, avevo però presunto di avere buone possibilità di essere eletto, forse con meno distacco di consensi.

Lei è stato proposto come candidato dal Partito Democratico Cristiano, è questa la sua direzione politica?
Diciamo che in realtà sono prima stato “punzecchiato” dal Partito Liberale e in seguito ho colto l’opportunità che mi offriva il PDC, che ringrazio sentitamente per la fiducia concessami. Mi impegnerò a ritornare questa fiducia con decisioni trasparenti e professionali. Per quanto riguarda la direzione politica non ho legami, nonostante le mie preferenze tendano più verso destra.

Cosa l’ha spinta ad accettare questo incarico e quali sono i suoi obiettivi principali?
Dopo i disguidi nella prima votazione in giunta per questa carica, è nata in me la voglia di capirne qualcosa in più. Si è sempre pronti a criticare dall’esterno senza impegnarsi per vedere come stanno realmente le cose; io, che sono nel ramo da parecchi anni, ho deciso di scoprirlo mettendo a disposizione la mia esperienza. L’obiettivo è quello di progredire, cercare di snellire le pratiche in modo da renderle più veloci, il tutto sempre nell’osservanza delle leggi vigenti e dei diritti dei cittadini.

Può già dirci se l’intenzione è quella di rimanere in Commissione a lungo o sarà un’esperienza unica che terminerà a fine mandato?
Diciamo che e’ nel mio carattere, una volta iniziato qualcosa, volerla portare a termine e magari andare anche oltre. Assumersi una responsabiilità del genere, con certi sgravi e certe preoccupazioni, non sarà sicuramente impresa facile. Grazie alla trasparenza e la giustizia nelle decisioni da prendere in Commissione edilizia, però, non penso ci si possa sbagliare.


Ivan Falcinella

1 COMMENTO