Rubrica della terra: L’importanza di concimare

0
486

Sulle pagine de Il Bernina è nata la nuova “Rubrica della terra”, dedicata a tematiche riguardanti piante, erbe, fiori ortaggi… e tutto il verde che decora la nostra valle. Con l’aiuto di alcuni consulenti esperti in materia, proponiamo ai lettori dei consigli utili per situazioni attuali. Non esitate a lasciare le vostre domande e osservazioni nell’apposito spazio per i commenti. Buona lettura!

 

L’importanza di concimare

(con Marcello Compagnoni)

Tra le molte cose delle quali la nostra valle può andar fiera, ci sono anche le aiuole fiorite e gli orti dei valposchiavini. Grandi, rigogliosi, vari e sempre ben curati. Eppure, si potrebbe fare di più. Secondo Marcello Compagnoni in Valposchiavo si tende a sottovalutare l’importanza di una buona e costante concimazione.

In primavera non manchiamo di preparare la terra “comme il faut”, nutrendola generosamente con del letame. Poi però c’è la tendenza a credere che non sia più necessario rimettere gli elementi nutritivi che la terra consuma durante la calda stagione. Ed è un errore.
Il vostro orto è rigoglioso e non mostra carenze? Bene, con una concimazione costante lo sarà ancora di più. Poco importa se si tratta di granulato o concime liquido, l’importante è farlo più volte durante la bella stagione.

Un altro punto di vitale importanza per il nostro suolo coltivabile è l’utilizzo di terricci di qualità, sterilizzati e contenenti concime a scissione lenta. Questi sono reperibili presso qualsiasi giardiniere o punto vendita all’ingrosso, ma bisogna prestare attenzione a terricci particolarmente a buon mercato visto che molto probabilmente non sono sterilizzati e causeranno, quasi certamente, problemi con parassiti. Un buon terriccio lo si trova in genere a partire da 12 CHF (50 litri).


A cura di Elisa Bontognali