A Viano l’evento principale AmAMont 2017

1
357

Dopo una visita guidata dal Consigliere comunale Sergio Zala per il paese di Viano: casa sociale, vecchia scuola, Chiesa, con visione diverse opere (raggruppamento terreni, irrigazione, diverse aziende agricole…) e il saluto a una quarantina di presenti, fra soci e Autorità, presso l’azienda agricola del membro CD AmAMont-CH, Nadir Pedretti , ringraziando di esser venuti da svariate regioni italiane (Lombardia e Piemonte), da diverse regioni svizzere, il Presidente Avv. Dott. Plinio Pianta interveniva prima del pranzo con la seguente Relazione: Clicca qui per visualizzarla.

In seguito il presidente passava la parola al Sindaco Arturo Plozza il quale, nel suo circostanziato discorso, si diceva compiaciuto dell’esistenza e dell’attività di AmAMont in quanto anche lui si sentiva fino in fondo montanaro e un amico della Montagna, anzi fiero di essere sindaco del Comune di montagna Brusio. Riteneva che AmAMont svolge un prezioso lavoro di far capire le peculiarità e l’importanza della montagna, malgrado la montagna sia anche dura alle volte, pericolosa: nel caso di Viano la problematica dei continui scoscendimenti sulla strada di accesso che, purtroppo, non lasciano più tranquilli chi deve transitare per la stessa e nemmeno le Autorità che continuano a intervenire presso il Cantone per giungere a una soluzione valida e positiva.

Seguiva poi l’intervento del Granconsigliere Dario Monigatti che si complimentava con AmAMont per aver scelto quale meta il paese montano di Viano (da dove lui stesso, rispettivamente i suoi antenati, proveniva) dove ben si può vedere la tenacia e la vivacità dei montanari vianesi nel vivere e migliorare la loro montagna così da renderla un vero giardino. Anch’egli perorava la causa di poter concludere finalmente in tempi relativamente brevi le disamine e decisioni da parte del Canton Grigioni per un nuovo tracciato stradale e che un nuovo incontro fra Autorità cantonali e comunali dovrebbe avvenire ancora nel mese di novembre.

In seguito intervenivano pure il Granconsigliere del Canton Ticino, Germano Mattei, presidente del Movimento Montagna Viva e anche copresidente dell’associazione svizzera per territori senza grandi predatori il quale si diceva contento di poter confrontare in modo positivo quanta importanza si dia alla montagna nel Canton Grgioni, mentre in Ticino si fa fatica a far capire che il Ticino non è solo città, ma esistono varie aree ben più vaste di montagna e di periferia che non vengono considerate e insistendo, insieme al presidente ATsenzaGP del Canton Grigioni Rico Calcagnini, che, comunque, una montagna con grandi predatori (lupo, orso , lince… ) rischia di divenire in ogni caso un territorio abbandonato perché non più vivibile da parte dei montanari con le loro attività agricole molto importanti per il mantenimento del paesaggio, ma anche quale prevenzione da pericoli geo e idrogeologici.

Da ultimo la parola al Prof. Luca Battaglini, dell’Università di Torino (appena reduce da dei corsi impartiti in Portogallo), vicepresidente di AmAMont Italia, sottolineava l’importanza di convegni come il presente a Viano per rendersi conto proprio sul posto e di persona come anche in montagna, come a Viano, si possa vivere in modo dignitoso e con gioia la propria terra; un esempio, Viano, che dimostra la possibilità e la validità di scelta di vita sulla montagna che è scelta di libertà e autonomia.

A conclusione dell’evento il presidente ringraziava tutti i partecipanti, in particolare però la famiglia ospitante del ns CD Nadir, tutti i collaboratori, per la buona riuscita del convegno e le Autorità per la considerazione dimostrata sia nei confronti della nostra bella contrada Viano sia nei confronti del lavoro AmAMont e invitando a partecipare la domenica alla nostra tradizionale Festa della Castagna a Casai Campascio.


Segreteria AmAMont

1 COMMENTO