Valposchiavini fuori Valle, nuovo volto per la Pib

1
1423
Da destra a sinistra: Matteo Tuena, presidente; Roberta Lardi, responsabile amministrativa; Claudio Battaglia, tesoriere; Luca De Giambattista, consigliere.

Lo scorso 21 ottobre 2017, nel corso della riunione dei presidenti delle sezioni Pib a Coira, è stata approvata la costituzione di un nuovo gruppo di lavoro denominato Valposchiavini fuori Valle (VfV).

Questo nuovo gruppo non vuole sostituire l’ex Pib centrale, bensì creare un punto di riferimento che rappresenti tutte le sezioni di Valposchiavini fuori Valle. Le varie sezioni sono autonome e si autogestiscono.

Le esigenze degli emigrati dalla valle sono cambiate. La distanza non rappresenta più un ostacolo e l’integrazione in realtà linguistiche e culturali diverse è diventata più facile. Il gruppo di lavoro VfV ha degli obiettivi nuovi tra cui l’intento di fungere da organo ponte per esigenze di carattere comunicativo, rappresentativo, culturale ed economico/turistico tra i Valposchiavini fuori Valle e la Valposchiavo. Inoltre il gruppo incoraggia e sostiene coloro che partiti dalla valle rivestono un ruolo di ambasciatori della Valposchiavo nella loro nuova terra d’adozione.

La volontà di dare una nuova denominazione al gruppo nasce dalla chiara esigenza di rappresentare tutti i Valposchiavini fuori Valle. Un ulteriore obiettivo è la rielaborazione di “al Fagot”, ripensarlo sotto un’altra forma, rivederne i contenuti e cercare di migliorarne la qualità. E’ indubbiamente necessario adeguarsi alle nuove esigenze e tendenze nel campo della comunicazione. Inoltre il nuovo gruppo gestisce e coordina l’assemblea annuale con il consueto ritrovo dei presidenti delle varie sezioni svizzere di Valposchiavini fuori Valle.

Ogni cambiamento suscita delle perplessità, ma apre nel contempo la strada ad altre opportunità.


Gruppo di lavoro VfV: Matteo, Roberta, Luca e Claudio

1 COMMENTO