Un nuovo anno con Il Bernina

0
1218

L’inizio di un nuovo anno è un momento di riflessione anche per l’Associazione Il Bernina. Si analizza – in termini giornalistici – il passato, si pensa e si programma il futuro. Ci lasciamo alle spalle un periodo all’insegna del rinnovamento tecnologico e grafico.

Chi segue un giornale online chiede/pretende di poter usufruire di una piattaforma moderna e di servizi innovativi. Dopo alcune comprensibili diffidenze, i nostri abbonati hanno risposto in maniera positiva al nuovo portale: le frequenze di visitatori si sono mantenute alte, le attestazioni di fiducia sono incoraggianti. E il numero degli abbonati ha tenuto. È un fattore molto importante ed è un segnale di grande solidarietà. Ilbernina.ch appartiene infatti ai lettori; sono loro che, sottoscrivendo un abbonamento, lo mantengono in vita. Senza dimenticare la disponibilità dei nostri sponsor principali, di lunga data e nuovi, nonché dei vari inserzionisti.

Ogni tanto mi capita di sentire persone che espongono i loro argomenti e le loro convinzioni facendo riferimento a un articolo apparso sul nostro giornale. Poi vado a controllare e il loro nome non risulta sulla lista degli abbonati. Si tratta evidentemente di lettori “clandestini”, ai quali chiedo gentilmente di mettersi in regola e di versare il dovuto, sostenendo un’informazione regionale libera e di qualità.

Ci sono stati dei cambiamenti anche a livello di risorse umane. In redazione si sono avvicendati i brusiesi Pola; al posto del dimissionario Piero da alcuni mesi è Achille ad occuparsi di attualità valligiana, con un occhio particolarmente attento e competente sulle variegate proposte culturali. Anche la fotografa Selena Raselli è entrata a fare parte dello staff, pure lei a tempo parziale. Il suo contributo è apprezzato, visto che la fotografia ha una grande importanza per un giornale online.
Intanto Marco Travaglia ha acquisito ulteriore competenza regionale e guida con professionalità la squadra completata da Ivan Falcinella e da una quindicina di collaboratori esterni. I nostri giovani redattori sono il fiore all’occhiello dell’Associazione e sono un patrimonio nel quale vogliamo investire per il futuro del giornale. Oltre ai “senatori” Pierluigi Crameri, Adriano Zanolari e Mirko Monigatti, in comitato hanno preso posto Sandro Cortesi, Davide Vassella e Serena Bonetti. Quest’ultima fa parte con grande dedizione anche della direzione del giornale, insieme a Luca Beti, al caporedattore Marco Travaglia e al sottoscritto.

I momenti personalmente più emozionanti dell’annata sono stati gli incontri con il famoso giornalista Angelo Zomegnan, già direttore della Gazzetta dello Sport, e con la signora Isabelle Chassot, direttrice dell’Ufficio federale della cultura. Quest’estate abbiamo avuto l’onore di ospitarla nella nostra modesta sede in via da Sotsassa. Lo scambio di informazioni e opinioni sull’editoria del Grigioni italiano è stato cordiale e molto interessante. Incontri come quelli citati gratificano chi si mette a disposizione per gestire questioni pubbliche, un impegno difficile e in determinate circostanze poco appagante.

Anche durante il 2017 la Valposchiavo ha vissuto vari momenti importanti in ambito culturale e imprenditoriale. Alcuni riconoscimenti arrivati da fuori valle stanno a dimostrare che si guarda alla nostra regione come a una terra innovativa, che prova in maniera intraprendente a determinare il proprio destino. L’anno che inizia non sarà meno ricco di sfide: la “lotta” all’autodeterminazione di una regione periferica come la nostra e al mantenimento di una buona qualità di vita continua. Questa è l’unica strada percorribile per contrastare lo spopolamento, uno scenario che stanno invece vivendo altre regioni limitrofe. Il 2018 sarà un anno di elezioni e ilbernina.ch ci sarà, magari anche con un occhio critico, perché siamo del parere che la critica in politica sia una risorsa. Daremo spazio a tutti, la stampa non è nemica di nessuno e – come era solito ricordare il saggio Indro Montanelli – senza giornalismo non c’è democrazia. Ci saremo, nel limite dei nostri mezzi, con l’obbiettivo di fornire un’informazione seria e completa.

Che sia un anno di soddisfazioni per tutti, questo è il nostro augurio!


Bruno Raselli

Membro della Direzione e presidente del comitato de Il Bernina