Chiusura annuale BCG: utile record e aumento del dividendo

0
123

In un contesto di mercato favorevole, la Banca Cantonale Grigione ha messo a segno un risultato record facendo leva sul suo ottimo posizionamento. «Vogliamo far partecipare i nostri titolari di quote a questo incoraggiante sviluppo degli utili con un aumento del dividendo», annuncia entusiasta il Presidente della Banca Peter Fanconi. Il CEO Alois Vinzens è convinto che grazie al risultato ottenuto la BCG possa allargare ulteriormente il suo margine di azione. «La Banca intende sfruttare questo slancio positivo per potenziare gli investimenti a fronte dell’imminente cambiamento sul mercato, segnatamente per l’attuazione della strategia “Digital Banking 2020”.

Risultato di esercizio: incremento del 24,8%
Il risultato di esercizio (CHF 195,3 milioni), come misura delle attività operative, è cresciuto sensibilmente del 24,8% soprattutto grazie alla crescita dei proventi in tutti i settori operativi, alla riduzione delle posizioni di rischio e a una buona gestione dei costi. Gli ammortamenti includono quelli previsionali di goodwill sulla partecipazione Albin Kistler SA, pari a CHF 5,2 milioni. Il valore dell’esercizio precedente teneva ancora conto di un adeguamento del valore iniziale su questa partecipazione.

Utile del Gruppo: CHF 180,3 milioni / +7,0%
L’utile del Gruppo è salito a CHF 180,3 milioni grazie all’ottimo andamento delle attività operative. La Banca ha finanziato i costi di progetto di CHF 2,3 milioni per la strategia «Digital Banking 2020» attingendo alle riserve vincolate per investimenti futuri.

Proventi da interessi: riduzione delle posizioni di rischio
Il risultato delle operazioni su interessi è cresciuto del 6,1% rispetto a un anno prima passando a CHF 254,3 milioni (CHF +14,7 milioni). Un’incoraggiante riduzione delle posizioni di rischio ha permesso di sciogliere rettifiche di valore per un totale di CHF 9,3 milioni (esercizio precedente: CHF -0,2 milioni). La quota di crediti in sofferenza è scesa al livello minimo dello 0,17%. L’incremento del reddito da interessi è riconducibile, oltre che al risultato sui rischi, anche all’aumento del 2,2% dei proventi lordi da interessi. La crescita delle concessioni di prestiti ha influito positivamente sui proventi da interessi.

Operazioni in commissione e di negoziazione: focus strategico
Il risultato da operazioni in commissione e da prestazioni di servizio è aumentato del 4,3%, salendo così a CHF 93,7 milioni. L’aumento del volume dei mandati e l’emissione di fondi propri insieme al positivo incremento degli utili della Banca Privata Bellerive SA hanno contribuito concretamente all’ottimo risultato. Il contesto favorevole ha altresì comportato un aumento delle operazioni in moneta estera, con effetto positivo sui proventi da negoziazioni (+12,0%).

Altri risultati: Albin Kistler SA contribuisce al risultato
Il restante risultato ordinario (CHF +6,2 milioni) è aumentato grazie alla strategia di investimento più attiva su investimenti finanziari in titoli (CHF +3,5 milioni) e ai proventi derivanti dalla partecipazione del 25% ad Albin Kistler SA (metodo di valutazione dell’equity).

Costi di esercizio: sale decisamente la produttività
Rispetto all’anno precedente i costi di esercizio, compresa la copertura della garanzia di Stato, sono diminuiti del 2,4%, ossia di CHF 4,2 milioni. I costi di esercizio dello scorso anno includevano un versamento una tantum alla Fondazione di previdenza per il personale (FPP). I costi di esercizio al netto dell’incremento dei contributi versati alla FPP sono rimasti pressoché costanti. Il cost/income ration II è sceso al 48,5% a parità di costi e con un incremento dei proventi.

Prestiti alla clientela: robusta crescita del 5,4%
L’aumento dei prestiti alla clientela è stato del 5,4%. Questa crescita superiore alla media è attribuibile principalmente alle ipoteche di prim’ordine extracantonali. Due terzi della crescita delle ipoteche (+6,0%) sono stati generati al di fuori del Cantone. In questo modo si compensano i limiti di crescita del mercato locale, senza assumere rischi superiori.

Patrimoni della clientela: crescita di CHF 1,8 miliardi a quasi CHF 30 miliardi
L’eccellente sviluppo dei mercati dei capitali ha consentito un incremento del patrimonio investito di CHF 1,6 miliardi. Oltre alla buona performance, la BCG ha acquisito nuovi fondi per CHF 234,9 milioni. I patrimoni della clientela sono saliti complessivamente a CHF 29,7 miliardi (+6,6%).

Dotazione di capitale proprio: eccellente quota di capitale di base (18,7%)
La BCG persegue l’obiettivo di distinguersi positivamente dal mercato con una dotazione di capitale proprio superiore alla media. La quota di capitale ponderata è pari al 18,7% (CET -1 Ratio) ed è composta esclusivamente da capitale primario. Considerato che la quota richiesta dalle norme sulla vigilanza è del 12,8%, la Banca dispone di grosse riserve di mezzi propri.

Distribuzione utili: aumento del dividendo a CHF 40.00
Il risultato record del 2017 ha permesso alla Banca di elevare il dividendo di CHF 2.00 portandolo a CHF 40.00. Complessivamente con i dividendi vengono distribuiti CHF 100,00 milioni (CHF +5,0 milioni) al Cantone dei Grigioni e ai partecipanti. Il Cantone dei Grigioni riceve CHF 87,3 milioni di franchi (+4,3 milioni), compresa la copertura della garanzia di Stato. Al fondo di contributi per progetti non commerciali nei settori cultura, pubblica utilità, sport, economia e turismo e nel sociale confluiscono CHF 3 milioni (CHF +1 milioni).

Prospettive 2018
Per quest’anno, la Banca Cantonale Grigione prevede un altro risultato positivo. L’andamento del risultato di esercizio non presume un’ulteriore riduzione delle posizioni di rischio e pertanto in caso di scenario stabile in borsa si prevede un risultato compreso tra CHF 170 e 175 milioni. N ell’attività con la clientela la BCG prevede per il 2018 una crescita inferiore dei prestiti alla clientela di circa CHF 400 milioni. L’afflusso previsto di nuovi fondi è di circa CHF 450 milioni.


BCG