«Serenata estiva» – Concerto della Kammerphilharmonie Graubünden

0
141

Nel ricco programma culturale dell’estate valposchiavina non può mancare il concerto della Kammerphilharmonie Graubünden in programma l’11 agosto alle ore 20.30, come l’anno scorso nella splendida cornice del chiostro del Vecchio Monastero a Poschiavo.

Quest’anno la Kammerphilharmonie propone „Una serenata estiva“ abbinando la „Gran Partita“ di Mozart (KV 361) al „Concerto per violoncello e orchestra di strumenti a fiato“ del pianista a compositore austriaco Friedrich Guida (1930-2000). L’entrata è libera. Alla fine dell’esibizione la casa vinicola Fratelli Triacca proporrà ai presenti una degustazione.

Anche nel 2018 il concerto della Kammerphilharmonie Graubünden è parte integrante della fortunata serie di concerti estivi «Giardini incantati». Per la seconda volta durante l’estate diversi giardini del Borgo e non solo offrono le quinte per i concerti a cadenza settimanale, i quali sono coronati da una degustazione di vini locali.

A lungo la „Gran Partita“ di Mozart è stata considerata una chicca per intenditori. Nel frattempo il segreto è stato svelato, la serenata KV 361 è una delle sue opere con inflessione di musica da camera più pregiate. In fin dei conti in una serenata, in un concertino serale, gli strumenti chiacchierano allegramente tra di loro, ma nella serenata in si bemolle maggiore di Mozart si esibiscono in un dialogo da prendere sul serio, ognuno nella propria individualità. E qualcuno sostiene che l’intensità e la densità della musica da camera è solo per quartetti d’archi! Mentre i quattro strumenti ad arco dal punto di vista timbrico si ritrovano nella stessa realtà, la fantasia di Mozart non ha limiti con una composizione di fiati. Il risultato è un capolavoro dalla dimensione sinfonica.

E Friedrich Gulda. Friedrich Gulda? È il famoso pianista austriaco scomparso nel 2000 …e che 9 mesi prima della sua morte volle sapere cosa avrebbero detto di lui i necrologi. Senza esitare diffuse ai media una notizia sulla propria morte. Uno spirito disadattato talvolta eccentrico, che spesso si sporgeva ben oltre i confini del genere classico. Tuttavia non era soltanto un pianista fenomenale, ma bensì anche compositore. Attorno al 1980 compose per Heinrich Schiff il concerto per violoncello e orchestra di strumenti a fiato, un’incursione particolarmente divertente e non troppo seriosa attraverso i vari generi musicali, dal concerto per solista, al jazz fino alla musica tradizionale delle Alpi austriache. Virtuosismo, improvvisazione e trasformismo strumentale sono le richieste alla solista Karolina Öhmann. La sua ricca esperienza nei diversi stili e specialmente nella Nuova Musica rendono in questo cangiante ballo in maschera di costumi musicali la violoncellista svedese partner predestinata della Kammerphilharmonie Graubünden sotto il direttore Philippe Bach.

In caso di cattivo tempo il concerto si svolgerà presso la chiesa evangelica.


Valposchiavo Turismo