Valposchiavo Turismo in Giunta, una crescita “gradino per gradino”

0
1192
Da sinistra: Marcello Gervasi (presidente Valposchiavo Turismo), Kaspar Howald (direttore) e Marcello Raselli (membro del gruppo operativo)

Nella seduta di lunedì 27 agosto, i vertici di Valposchiavo Turismo hanno presentato in Giunta la relazione annuale sull’attività dell’associazione, presentando un avanzo, nel conto economico 2017, di 57’755 CHF. Si tratta, ha spiegato il consigliere comunale con delega al turismo Orlando Lardi, “del primo anno completo di attività, un periodo ancora di transizione ma che suscita orgoglio nei confronti delle persone che si stanno impegnando” in questa missione.

Il presidente di Valposchiavo Turismo Marcello Gervasi ha illustrato alcuni dati statistici, che hanno mostrato una tendenza positiva dei pernottamenti negli alberghi e una tenuta dei campeggi; trend negativo, invece, per appartamenti e camere (“forse ha influito la nuova legge”) e per gli ostelli (forse da imputare ad una mancanza di standard qualitativi). Gervasi ha mostrato anche un confronto positivo rispetto a regioni turistiche concorrenti, “non tanto perché siamo bravi noi, quanto piuttosto perché altre Regioni devono confrontarsi con un calo del turismo invernale legato alla pratica dello sci”. Per quanto riguarda la composizione dei clienti è stata invece evidenziata una leggera crescita di turisti provenienti dalla Svizzera e dall’Italia.

Nel complesso, parafrasando Gervasi, il turismo valposchiavino non sta facendo grandi salti in avanti, ma sta salendo gradino per gradino. Infine, in un raffronto con gli anni precedenti, è stato mostrato, a fronte di una sostanziale invarianza dei conti relativi all’amministrazione e al personale, un aumento degli investimenti alla voce marketing, un capitolo di spesa che ha superato ora il mezzo milione di CHF.

Successivamente ha preso la parola Marcello Raselli, membro del gruppo operativo. Sono stati quindi illustrati gli obiettivi strategici 2018-2023, che possono essere così riassunti:

  • messa a fuoco del marchio/immagine sia verso l’interno che verso l’esterno;
  • promozione in modo efficace dell’offerta turistica (essere presenti ad almeno tre fiere all’anno e mantenere le cooperazione esistenti, come per esempio il coinvolgimento di Influencer bike o l’investimento, grazie al supporto di Graubunden Ferien, in piattaforme come Ad Words di Google);
  • collaborazione con tutti gli interessati per aumentare l’offerta e accrescere l’economia di valle (100% Valposchiavo, progetto e-Valposchiavo… );
  • aumentare il plus valore pro ospite e ottimizzare l’efficienza dell’associazione.

Riguardo a quest’ultimo punto riveste particolare importanza la sistemazione, prevista entro la primavera del 2019, degli uffici front e back della stazione di Poschiavo. La rimozione della parete con il mosaico nell’atrio dell’edificio permetterà di costruire una struttura all’avanguardia in grado, tra le altre cose, di eliminare le barriere e mettere l’ufficio a diretto contatto con il pubblico.

Il progetto dei nuovi uffici in stazione

A conclusione del suo intervento, Raselli ha ribadito i sogni dell’associazione, espressi anche nella relazione dello scorso anno: un ostello della gioventù per ospitare scolaresche e giovani in grande numero (“i turisti di domani”), una zona balneare e di ricreazione per piccoli e grandi e una valorizzazione della zona del Viadotto di Brusio.


Marco Travaglia

Caporedattore e membro della Direzione