Nicolò Pola di nuovo al Chur 97

2
1509

A inizio 2017 Nicolò Pola passava dal Coira 97 alla squadra di prima divisione dell’USV Eschen/Mauren. Dopo un anno e mezzo trascorso nel Liechtenstein, lo scorso luglio il calciatore Valposchiavino ha fatto ritorno al club della capitale grigionese.

 

Nicolò, come mai questo ritorno al Coira 97?
Diciamo che è stata più una scelta di comodità che altro. Abitando a Coira, il viaggio praticamente giornaliero fino a Eschen stava iniziando a pesarmi. Lentamente è nato quindi il bisogno di cambiare, anche se ciò ha significato andare in una squadra di livello inferiore.

Si è quindi trattato di una tua scelta personale?
Sì, è stata una mia decisione.

Al momento però non giochi. Come mai?
Purtroppo ho dei problemi alla cartilagine del ginocchio destro e dovrò stare fermo a lungo, fino a gennaio.

Le aspettative che avevi quando sei entrato a far parte della compagine del Principato sono state soddisfatte?
Assolutamente sì! Nel Liechtenstein posso dire di aver vissuto un periodo stupendo. Sia per la struttura della società, ma anche e soprattutto per le persone che ne facevano e ne fanno parte.

Cosa pensi del tuo ultimo anno calcistico?
È stato un anno molto duro. Le prestazioni della squadra non sempre sono state all’altezza e quindi ci siamo ritrovati a combattere per non retrocedere. Per fortuna all’ultima giornata è arrivata la salvezza. Nonostante questo, penso sia stato un periodo che mi ha fatto crescere molto a livello tecnico e fisico.

Quale è stata, negli ultimi 18 mesi, la sfida più grande?
Diciamo che la sfida più grande io non la vedo nelle partite, bensì nell’allenarsi quasi ogni giorno con impegno e costanza, senza mai mollare. Posso garantire che non è una cosa evidente e che alle volte la motivazione viene meno. Ma è grazie a tutto ciò che poi raccogli i frutti sul campo.

Guarigione a parte, quali sono i tuo obiettivi futuri?
Il mio obiettivo principale in questo momento è quello di tornare a giocare a pallone senza avvertire dolore. Questo è di fondamentale importanza anche per decidere dove giocherò in futuro.

Alla partenza di Nicolò dal club della capitale, queste furono le parole del Presidente Josef Müller, rilasciate al giornale online “GRHeute”: “Pola rappresenta un vero e proprio spauracchio per le difese avversarie e, con il suo comportamento in squadra, egli riesce come pochi ad entusiasmare i tifosi sugli spalti. Per il team del Coira 97 sarà quindi una perdita difficile da colmare”.

Oggi il bomber valposchiavino veste di nuovo la maglia del Coira e speriamo di rivederlo presto in campo, ad emozionare il pubblico grigionese. Auguri di buona guarigione, Nicolò.


Elisa Bontognali

2 COMMENTI